Home > disagi > I veicoli a rischio per la chiusura del traffico pesante a Ischia

I veicoli a rischio per la chiusura del traffico pesante a Ischia

mezzi pesantiRiceviamo e pubblichiamo

Alla Prefettura di Napoli
SEDE CENTRALE
Piazza del Plebiscito – Segreteria Prefetto dott.Musolino
80132 Napoli

OGGETTO: disservizi e disagi sul porto d’Ischia per divieto operazioni commerciali
Preg. Dott. Musolino,
Mi rivolgo alla Sua attenzione per l’inammissibilità delle attuali e scomode condizioni dettate sul principale porto d’Ischia in relazione alle opere di ripavimentazione della banchina Olimpica.
E’ stato infatti previsto un senso alternato mediante semafori che funzionano male e lasciano i veicoli in attesa per svariati minuti e si è posto divieto ai veicoli all’imbarco per la sosta lungo il molo.
All’arrivo della nave i veicoli vengono disposti “alla meglio” sul molo in considerazione del ciglio-banchina che la nave sembra preferire creando un continuo spostamento degli stessi per il quale viene impiegato il personale del Circomare Ischia che, nonostante gli sforzi, non può fare molto se non allontanare autovetture e quanto possibile per creare lo spazio necessario alle
operazioni.
E’ inoltre consentito l’imbarco/sbarco dei veicoli cd. pesanti durante la notte ed alle ore 08,00 avviene lo stop per consentire lo svolgimento delle opere. Ne deduco pienamente che, il ritardo delle unità traghetto in concomitanza dell’orario previsto, può generare l’emissione di sanzioni amministrative verso i veicoli che transitano tra l’area posteriore BarMar e lo
stesso semaforo all’altezza del cavalcavia dopo le ore 08,00 e per condizioni meteo-marine avverse tutto ciò non è tollerabile.
Aggiungo anche che, il guasto di un’unità nel porto di Casamicciola indurrebbe i vettori commerciali ad un blocco, impossibilitati all’imbarco da Ischia per il divieto in questione e probabilmente facendo slittare il trasporto e le forniture di diverse ore o addirittura rinviando alla notte,quando il divieto è sospeso sul principale scalo.
Vogliasi altresì dichiarare che questo comparto, per il quale è nato recentemente un gruppo su Facebook.com in vista di un allargamento compatto, non ha mancato di far notare tale difficoltà; per tale questione lo scrivente ha sentito la necessità di avvertire il dott. Nicola Lamonica (per l’Autmare) e il sig. Giovan Giuseppe Trani (per il Comitato spontaneo ittico) che hanno
confermato di essere scettici almeno quanto me sulla fattibilità di un divieto così rigido. La presunta data di ultimazione dei lavori alla banchina è ad inizio maggio 2014 e mi sento vivamente di chiederLe la valutazione di un carico superiore oltre che la revisione dell’intero dispositivo traffico sul porto d’Ischia ai fini dell’incolumità pubblica e del nuovo assetto commerciale.
Nel frattempo domando, a titolo di necessità, che la nave Medmar delle ore 14,10 da Napoli molo Porta di Massa faccia scalo a Casamicciola ed effettui da detto scalo il collegamento delle 16,35 per il capoluogo. Detta soluzione provvisoria è per tutelare il traffico commerciale che veniva servito mediante quella partenza dal continente ed oggi deve sospirare imponendo la partenza da Pozzuoli delle 13,30 o quella delle 15,00.
La ringrazio per la cura che vorrà prestare alle nostre esigenze.
Michele di Meglio

Potrebbe interessarti

AL VIA LA III EDIZIONE DELLA NAPLES SHIPPING WEEK

NAPOLI – Lunedì 24 settembre inaugura la III edizione della Naples Shipping Week, la settimana internazionale dedicata alla cultura e all’economia del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *