Home > Trasporti > Assoutenti: Trasporti marittimi, intervenga Vetrella

Assoutenti: Trasporti marittimi, intervenga Vetrella

vetrellaAlta la preoccupazione che serpeggia tra la cittadinanza a seguito della soppressione di una quota consistente di corse di pubblica utilità, da e per l’isola di Graziella, annunciata dalla società di navigazione Caremar a partire dalla giornata odierna.

Cosa che si evince fortemente dall’ultima nota inviata nelle ultime ore dall’ing. Giuseppe Rosato, responsabile Assoutenti sezione Mare, all’Assessore Regionale ai Trasporti, On. Sergio Vetrella, ed al Direttore Generale del dipartimento Trasporti, nella quale si legge: “Riferiamo di aver appreso informalmente che nessuna mitigazione dei gravi disagi all’utenza, in special modo per la soppressione della corsa da Napoli delle 19:25, è stata prevista dalla Società, rimasta ferma nella propria posizione di non effettuare tale partenza. Al di là della scarsa considerazione che i vertici della Società hanno dei bisogni dell’Utenza, sulla quale, è bene evidenziarlo, si scaricano tutte le inefficienze conseguenti alla mancata pianificazione del mantenimento della flotta sociale, peraltro senza risponderne in proprio, vogliamo sottolineare anche il “menefreghismo” con cui viene trattata l’intera questione, tant’è che non si è nemmeno tentato di porre in essere azioni tese a mitigare i gravi disagi provocati.

Ci riferiamo, in particolare, a quanto evidenziato circa l’eventualità della soppressione delle corse veloci, nel qual caso sarebbe stato importante ed opportuno dichiarare fin d’ora la disponibilità della partenza della nave, senza dover attendere quella delle 21:55. Ciò – sottolinea Rosato – dimostra quanto da noi paventato in chiusura di precedenti comunicazioni e cioè che c’è volontà ad esasperare l’utenza per poter poi vantare, in caso di partenza, una “magnanimità” che in sostanza non c’è. Vogliamo sottolineare, inoltre, che la nostra richiesta primaria di procedere al noleggio di altra unità, peraltro cosa già avvenuta in favore dell’utenza dell’isola di Capri, è orientata anche ad evitare amare considerazioni tra le popolazioni di Ischia e Procida che, altrimenti, vivrebbero tale discriminazione come un’ulteriore segnale di scarsa attenzione ai loro bisogni”.

Staremo a vedere se nelle prossime ore ci saranno auspicabili risposte positive.

Potrebbe interessarti

….E LA NAVE NAIADE VA…MA A CAPRI!!!

Di Giuseppe Giaquinto PROCIDA – Tempo fa i sindaci di Ischia, unitamente a quello di …

Un commento

  1. piera rotella

    Come si può dare credibilità all’isola di Arturo se,
    consentite visibilità video di dubbia fama e provenienza….
    che della volgarità e superficialità fanno il loro vessillo ?
    Slinguettamenti e sculettamenti da ” ultima dimensione ”
    caratterizzano esibizioni da osteria che,
    non fanno onore ai vostri natali !

    Da Troisi a Morante a tanti altri vostri superbi interpreti
    di un unico ed elegante territorio,
    variegato nei suoi molteplici e pittoreschi aspetti
    vogliamo ricondurre a Cesare quel ch’è di Cesare !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *