Comune di Procida: Regolamento compensazione crediti-debiti, una nuova opportunità

Di Giovanni Villani*

A febbraio 2016 il Consiglio Comunale di Procida ha approvato il regolamento che disciplina nelle isole minori il contributo di sbarco (=ex imposta di sbarco).  Quota-parte di tale entrata concorre dal 2016 a coprire le spese di gestione del servizio di igiene ambientale che a Procida sono pari a 3,3 milioni di euro/anno: una follia!

Oggi voglio parlare, però, del regolamento della compensazione crediti – debiti tra Comune e terzi.

L’iter amministrativo per regolamentare la compensazione è stato attivato a Procida ad ottobre 2015 e si è concluso a giugno 2016, dopo vari passaggi tra Gruppo di lavoro, contributo di esperti, Commissione Consiliare Bilancio, Revisore dei Conti (col parere favorevole) e ieri il Consiglio Comunale ha approvato il Regolamento rendendolo pienamente operativo.

Certo la burocrazia con i suoi tempi non aiuta, ma tant’è!

Con tale istituto si vuole evitare un’inutile movimentazione di denaro e si vogliono evitare situazioni, molto diffuse fin ora, per cui i creditori del Comune di Procida incassano i loro crediti (=residui passivi del Comune) e non pagano ovvero pagano “con comodo” i loro debiti tributari ed extra-tributari (= residui attivi del Comune) verso il Comune di Procida.

A Procida il regolamento disciplina, con i suoi 5 articoli:

1) la compensazione tributaria verticale, cioè tra crediti e debiti dello stesso tributo comunale,

2) la compensazione tributaria orizzontale, cioè tra crediti e debiti di tributi comunali diversi,

3) la compensazione tra crediti certi, liquidi ed esigibili che i terzi vantano verso il Comune di Procida ed i debiti tributari ed extra-tributari che gli stessi soggetti hanno verso il Comune stesso.

Colgo l’occasione per rammentare che le entrate tributarie ed extra-tributarie rappresentano oramai l’unica fonte di finanziamento delle spese correnti del Comune di Procida, il cui processo di razionalizzazione avviato nel 2015 prosegue nel 2016.

La stessa Corte dei Conti e lo stesso Revisore dei Conti evidenziano, nelle loro relazioni e pareri, la scarsa movimentazione dei residui attivi (=crediti) e passivi(=debiti) del Comune di Procida, pur essendo migliorata nel 2015 verso il 2014 sia la capacità di incasso dei crediti sia i termini di pagamento dei debiti; e la compensazione è uno degli strumenti che può agevolare tale movimentazione.

Il Servizio Finanziario del Comune di Procida, unitamente al sottoscritto, è a disposizione per ogni richiesta di chiarimenti.

*Consigliere Comunale delegato al Bilancio

Potrebbe interessarti

Tappa procidana per Diego Di Dio con “Ultimo sangue”

PROCIDA – Giovedì 4 agosto alle ore 19, 30 in piazza Marina Grande tappa del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.