Home > Ischia > Disastro trasporti pubblici: a Ischia studenti in piazza per rivendicare diritto alla mobilità

Disastro trasporti pubblici: a Ischia studenti in piazza per rivendicare diritto alla mobilità


di Gennaro Savio
Nemmeno la pioggia battente è riuscita a fermare gli studenti di alcuni istituti secondari dell’isola Verde che hanno sfilato per le strade centrali del Comune di Ischia contro l’assurdo e vergognoso disastro del trasporto pubblico, sia quello su gomma che limita il diritto alla mobilità delle popolazioni isolane,sia quello marittimo che nega, di fatto, nelle ore notturne la continuità territoriale degli isolani con la Terraferma oltre agli enormi disagi che l’utenza è costretta a patire da sempre in ogni ora del giorno. A subire maggiormente il disastro del trasporto pubblico su gomma sono proprio gli studenti che da mesi hanno enormi difficoltà a raggiungere la loro scuola col pullman e a far ritorno a casa. Ma gli studenti sottolineano che per salvaguardare il diritto alla mobilità, è prioritaria la battaglia contro la privatizzazione del trasporto pubblico. All’importante iniziativa di lotta hanno partecipato e portato la loro solidarietà agli studenti anche partiti e associazioni come la Croce Rosa, l’Autmare e il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista presente col combattivo Segretario generale Domenico Savio che ha attaccato le responsabilità politiche del centro, del centrodestra e del centrosinistra, partiti che hanno volutamente smantellato il trasporto pubblico per privatizzarlo assieme a tantissimi altri servizi primari facendo, così, gli interessi dei capitalisti a discapito dei diritti degli italiani. Ma Savio ha sottolineato che la prima responsabilità è dei cittadini-elettori che continuano a votare e a sostenere il potere politico responsabile dei propri mali sociali, mali sociali che potranno essere debellati solo con la rivoluzione socialista e la costituzione di un governo del popolo. Rispetto all’apatia generale che da tempo ha assuefatto le coscienze delle popolazioni isolane che non rivendicano in alcun modo il rispetto dei diritti sociali calpestati dal potere politico a tutti i livelli istituzionali, la manifestazione degli studenti assume importante significato politico e sociale, non fosse altro per il fatto che questi ragazzi rappresentano il futuro della nostra società.

Potrebbe interessarti

Scala: Trasporti marittimi – Diritti dei disabili: questi sono passi in avanti

PROCIDA – Intervenendo sulla questione relativa alle difficoltà che incontrano disabili ed ammalati a raggiungere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *