Home > Procida: L'ombra di una scissione sulla Processione del Venerdì Santo

Procida: L'ombra di una scissione sulla Processione del Venerdì Santo

dal sito infoprocida.net
A rischio il corteo dei misteri per una diatriba fratricida tra due associazioni, una è L’Associazione “ I ragazzi dei Misteri e l’altra è la nuova associazione “Cultura e Tradizioni Misteriali” nata nel 2010 scindendosi dalla prima. La nascita dell’Associazione “ Ragazzi dei Misteri” fu visto positivamente dai cittadini perche finalmente i ragazzi potevano lavorare socializzare e divertirsi insieme nella “cittadella” detta dei Misteri a Terra Murata. Sembrava iniziasse una nuova era per le associazioni a Procida, un nuovo modo di pensare e fare associazione togliendo i ragazzi dalla strada. Come si sa,però, a Procida le associazioni hanno vita breve o problemi di durata (sull’isola ci sono decine e decine di associazioni avvicinandosi al centinaio ognuna con il propri steccato). Non si vuole dire chi ha torto e chi ha ragione ma quella “cittadella” ormai sta crollando così come gli edifici in cui sono ospitati mettendo a rischio ciò di cui Procida ha di più prezioso “La Processione dei Misteri”. Il Comune, sembra, stare alla finestra o peggio sullo scoglio ad osservare, in un finto silenzio garantista , quanto di bello e positivo finora fatto da questi ragazzi vada a fondo .
La questione è talmente critica da far sì che il Gruppo Insieme per Procida presenti una interrogazione all’intero Consiglio Comunale chiedendo al Comune di intervenire per porre fine alla guerra tra i “Guelfi e Ghibellini” (nd. I ghibellini sostenevano la supremazia dell’impero sulla Chiesa, mentre i guelfi ,al loro interno divisi in “bianchi” e “neri”, erano favorevoli ad una politica d’accordo con i pontefici.) e salvaguardare La Processione del Venerdì Santo, richiamo turistico da tutt’Italia e facente parte della cultura storica procidana.

Potrebbe interessarti

La Processione del Venerdì Santo diventi patrimonio dell’umanità

di Michele Romano Ancora una volta, il meglio di sé, l’isola di Arturo, lo offre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *