Home > procida > lavoro > FEDERPESCA: La pesca italiana verso il baratro

FEDERPESCA: La pesca italiana verso il baratro

PROCIDA – Con una circolare diramata dall’INAIL il 18 gennaio scorso, l’Ente assicurativo ha sospeso l’applicazione degli sgravi contributivi da parte delle imprese esercenti la pesca costiera.

La motivazione addotta è quella della stretta osservanza delle disposizioni vigenti in materia di aiuti di stato.

Paventando tale rischio a seguito della istituzione del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato in vigore dal 1.7.2017, Federpesca aveva interessato con propria nota il Ministero delle Politiche Agricole già in data 8.9.2017, invitandolo ad intervenire tempestivamente per scongiurare la condizione che si sta appunto verificando.

Allo stato, non si conoscono gli sviluppi del confronto con la Commissione europea sulla compatibilità del regime di aiuto, ma ad incutere fortissima preoccupazione nel settore è sufficiente la dichiarata volontà dell’INAIL di sospendere gli sgravi a partire dal conguaglio 2017 ed acconto 2018 dovuti alla data del 16 febbraio p.v..

La sola sospensione degli sgravi – regolarmente applicati a partire dal 2001 – rappresenta un danno gravissimo, con le conseguenze immaginabili a carico delle imprese e la compromissione diretta dei livelli occupazionali.

“Abbiamo riunito oggi d’urgenza il Consiglio direttivo” dichiara Luigi Giannini, presidente di Federpesca “per un’analisi attenta della situazione in atto. Nelle prossime ore sarà convocata la Giunta federale per decidere iniziative anche eclatanti, chiedendo l’intervento immediato e responsabile del Governo a fronte di una crisi che potrebbe decretare la definitiva chiusura del settore”.

Potrebbe interessarti

Procida: Nasce il nuovo progetto sociale residenziale

PROCIDA –  «A seguito di un gran lavoro in sinergia tra i Comuni dell’ Ambito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *