Home > Comunicati Stampa > Insieme per Procida: Questione di stile

Insieme per Procida: Questione di stile

aniello scottoNel Consiglio Comunale di venerdì 19 u.s. si è discusso ancora una volta di traffico in seguito ad una nuova interpellanza di Insieme per Procida. Le risposte date dall’Assessore Borgogna sono state assolutamente insoddisfacenti  ed hanno dimostrato l’assenza di idee, la confusione di ruoli e la sovrapposizione di competenze di cui soffre strutturalmente l’Amministrazione Comunale. Non è stato chiarito se esiste un progetto di mobilità che si intende proporre a partire da quest’estate, né è stata data risposta alla questione del carico eccessivo a cui vengono sottoposte le  nostre strade perennemente dissestate.
In merito al Piano Comunale di Riequilibrio Finanziario, l’Amministrazione si è  si rimangiata gli annunci fatti ed ha deciso di  non fare alcun taglio, né ai costi della politica né ai costi di gestione del Comune. Tra le spese più assurde che si continuano a sostenere c’è il fitto del locale adibito a Ufficio del Collocamento, un servizio sospeso da gennaio in seguito al pensionamento dei dipendenti.
Nel corso della seduta il consigliere Scotto di Santolo ha anche annunciato le Sue dimissioni da consigliere comunale. Questa decisione, maturata dopo un ampio confronto nel gruppo Insieme per Procida, è stata determinata dalla volontà di mantenere una promessa fatta agli elettori nel 2010.

Alla base del progetto politico di Insieme per Procida c’è la partecipazione della cittadinanza e l’impegno a favorire l’emergere di una nuova classe dirigente per l’isola. Con l’ingresso nella massima istituzione del paese di nuove figure si contribuisce a realizzare questo progetto, mirando all’obiettivo di arrivare alla prossima scadenza elettorale con una squadra fortemente competitiva. Ad Aniello, che si è distinto per la sua lealtà e competenza, va tutta la nostra stima.

Potrebbe interessarti

PIAZZA DEI BAMBINI: PRIMA FIERA DELL’USATO

PROCIDA – (c.s.)L’Assessore alle Politiche Sociali Sara Esposito questa mattina ha condiviso la partecipazione alla …

2 commenti

  1. Scusate, ma voi volete parlare di traffico e interpellate l’assessore Borgogna? Che oltre a vivere in un mondo tutto suo di idee e quant’altro pensa a fa u galletto con le signorine per la sagra del mare, la sagra delle castagne, e la sagra del far niente.
    Ma che ne sa Borgogna dei problemi del traffico a procida?
    Questa è gente che deve stare con le mani impastate su tutti i settori per non capire niente di niente.
    Mettetelo come commissario alle sagre a vita cosi almeno lui e altri due o tre compari, sono contenti e ce li leviamo di torno e almeno si puo tentare di fare qualcosa per il paese sui problemi seri.
    Questi considerano il comune di procida come un loro divertimento, un gioco per bambinoni cresciuti.
    Questo comune tra sindaci e fiscalisti che fanno i muratori, assessori che organizzano festini , ricevimenti e tombolate, stu paese è diventata a pazziell re creature.
    Ogni anno si parte che la sagra del mare non si deve fare ed ogni anno buttiamo a mare decine di migliaia di euro per una manifestazione diventata ormai anonima.
    I tanto annunciati e pavoneggiati tagli ai costi della politica e alla gestione del comune sono diventati ua barzelletta.
    L’hanno detto, pubblicizzato e poi non lo fanno. E mo lo perdono un cetesimo. Che vergogna!
    Un paese che si è indebitato per altri milioni di euro, non fa altro che feste e festini.
    Ogni tanto si da una cittadinanza onoraria, condivisa o meno, accompagnata da feste e festini di migliaia di euro.
    Qualcuno dell’AC ci puo dire perchè i tagli alla politica non sono stati più fatti? Premi di migliaia di euro elargiti per quello che dovrebbe un compito abituale.
    Siamo rovinati.

  2. michele carabellese

    la poltrona fa comodo a tutti . siamo noi che li dobbiamo mandaRE a casa , AVETE il coraggio di non votarlo .ebbene signori allora xche’ ancora vi lamentate . BORGOGNA ha capito che deve fare il bamboccione altrimenti non va avanti .cosa’ fara’ se non si dedica a quello che non sa fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *