Home > Ischia > Ischia: Frana spacca in due l’isola

Ischia: Frana spacca in due l’isola

frana  ischiaFRANA A CONFINE TRA BARANO E SERRARA FONTANA, CHIUSA L’EX STRADA STATALE 270, ISOLA D’ISCHIA DIVISA IN DUE

Pochi minuti dopo il nostro passaggio con la macchina, poco dopo il centro storico di Buonopane è pericolosamente franata un’altra porzione di costone che ha invaso mezza carreggiata. Fortuna ha voluto che in quel momento non transitassero veicoli e pedoni. Il Vice Sindaco di Serrara Fontana: “Mettiamo a disposizione una navetta, si trovi soluzione per non lasciare isolate intere Frazioni”.

di Gennaro Savio

Rete viaria divisa in due sull’isola d’Ischia a causa di una frana che ha interessato parte del costone presente sulla ex strada statale 270 a confine tra i Comuni di Barano e Serrara Fontana. Incombe da decenni il rischio idrogeologico sui costoni che insistono su questa strada di competenza provinciale e a parte una rete di contenimento installata oltre dieci anni fa, negli anni nulla è stato fatto per realizzare una maggiore e più sicura difesa della rete viaria e così, soprattutto nei periodi di forti piogge, il rischio di frane è sempre alto. Nel mentre eravamo intenti a riprendere il costone franoso, abbiamo incontrato il Vice Sindaco di Serrara Fontana Cesare Mattera il quale ai nostri microfoni ci ha detto che bisogna trovare una soluzione affinché non si lascino isolate intere Frazioni e che il suo Comune è pronto a mettere a disposizione una navetta. A dimostrazione del grave pericolo che incombe lungo questa strada, pochi minuti dopo il nostro passaggio con la macchina, a due passi dal centro storico di Buonopane è pericolosamente franata un’altra porzione di costone che ha invaso mezza carreggiata. Fortuna ha voluto che in quel momento non transitassero veicoli e pedoni e anche noi, nel filmare piante e terreno franati sul selciato, non possiamo che ritenerci fortunati a non esserci finiti sotto con l’automobile. A questo punto quello che ci chiediamo è questo: la Provincia oggi Città Metropolina, di cui negli ultimi anni hanno fatto invano parte anche gli isolani Giosi Ferrandino e Domenico De Siano, quando provvederà a mettere in essere una maggiore e più sicura difesa di questa strada e delle altre strade isolane su cui incombe come una spada di Damocle il pericolo idrogeologico?

Potrebbe interessarti

Procida e quei servizi non sempre efficienti per i cittadini

PROCIDA – Si è tenuto sabato scorso sull’isola di Graziella il previsto incontro della Federconsumatori …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *