Home > Eventi > La Festa della Repubblica vista da due procidani

La Festa della Repubblica vista da due procidani

PROCIDA – Questa mattina due procidani, nelle prerogative delle rispettive cariche, hanno tenuto alto anche il nome di Procida a livello Istituzionale nell’ambito delle manifestazione che si sono tenute per la Festa della Repubblica.

“Ho avuto la fortuna di cominciare il mio mandato nel giorno della Festa della Repubblica – scrive il Sindaco Dino Ambrosino in un suo post – Così ogni anno celebro la ricorrenza indossando la fascia e partecipando, in rappresentanza della mia comunità, alla Parata Nazionale.  Trovo giusto che anche ai sindaci venga riconosciuto il ruolo di presidio e difesa del territorio insieme a tutte le altre forze dello Stato. La storia nostra è come quella di tanti amministratori locali, responsabili di dare risposte ai cittadini anche in carenza di uomini e risorse. Insieme agli altri amici abbiamo vissuto questi 3 anni in modo intenso. L’esperienza umanamente ci ha dato molto e noi cerchiamo di ricambiare con lo stesso spirito di servizio del primo giorno”.

“Buon Compleanno Repubblica Italiana. Il 2 giugno di ogni anno gli Italiani celebrano la Festa della Repubblica per ricordare il 2 giugno del 1946 quando, con un referendum, scelsero la repubblica come nuova forma di Stato. La Repubblica va difesa e va fatta vivere soprattutto attraverso l’attuazione della Costituzione che è ben lungi dall’essere totalmente applicata”. Queste le parole di Maurizio Frantellizzi, Presidente Casartigiani Edili Napoli già Presidente della Delegazione di Procida, che questa mattina ha rappresentato la storica Associazione alla cerimonia dell’Alzabandiera, seguita dalla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e consegna delle medaglie al Valore ed al Merito civile, che si è tenuta a Napoli in Piazza del Plebiscito alla presenza di Autorità Civili, Militari e Religiose. “La Repubblica è il popolo, una comunità che deve vivere nella democrazia, nei valori della giustizia, dell’uguaglianza, della solidarietà e della libertà. Un’occasione questa imperdibile per assistere a una celebrazione solenne e sempre suggestiva. Viva la Repubblica Italiana”, ha poi concluso – Maurizio Frantellizzi.

Potrebbe interessarti

Proroga scadenza termini iscrizione Graziella 2018

PROCIDA – Si comunica che il termine per l’iscrizione a Graziella 2018 è prorogato a …

Un commento

  1. Vorrei esortare anch’io per la benvoluta repubblica ma, dobbiamo rammentare a tutti, come anche al nostro presidente, che la repubblica non si è formata come per magia dal nulla ma, è stata scelta dopo un parto che definirei travagliato !
    Una volta prescelta essa andrebbe difesa e sostenuta, anche a costo di sacrifici e diatribe che, sembrerebbero azzardate a chi non conosce gli intricati giochi di potere delle alte sfere che, anche a livelli insospettati, possono inquinare sereni giudizi .
    Nessuno può dichiararsi immune da tali coinvolgimenti, pur ricoprendo alte cariche dello stato, tanto più che compromessi con debiti ancora non del tutto legittimi ne estinti sono in essere !dd
    Certo gli animi ancora esacerbati da cause prolisse ed irrisolte sono tesi e reattivi,
    le parole, non sempre ponderate, possono ferire o addirittura calunniare, senza prove probanti ma, quante revisioni dei fatti accaduti in passato hanno confermato la buonafede dei politici ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *