palazzo merlato
palazzo merlato

Lavori Waterfront – “Per Procida”: Subito commissione d’inchiesta

PROCIDA – In una nota inviata al Presidente del Consiglio Comunale e al Presidente Commissione Trasparenza alcuni consiglieri del gruppo “Per Procida”  hanno scritto:

  • Premesso che nel corso del 2015 sono stati appaltati i lavori relativi al Lotta A e B del progetto denominato “Waterfront” per un importo complessivo di oltre 7milioni di euro finanziati dalla regione Campania con fondi europei;
  • I lavori previsti dal progetto originario erano:

Lotto A

– acquisto pulmino ibrido in sostituzione delle previste navette elettriche, su espressa volontà dell’Amministrazione.

– risanamento della facciata del Palazzo Merlato con restauro della cappella;

-adeguamento dell’esistente impianto di illuminazione pubblica, mediante sostituzione ed integrazione degli esistenti corpi illuminanti sferici su pali con i nuovi corpi illuminanti;

– verifica e manutenzione straordinaria dell’esistente rete fognaria, ivi compresa la verifica del sistema di raccolta delle acque di pioggia in corrispondenza dell’accesso alla Chiesa della Madonna della Pieta’ con l’adeguamento delle pendenze della pavimentazione antistante per evitare gli attuali allagamenti; nuova rete fognaria, in sostituzione dell’esistente obsoleta che produce odori maleodoranti;

– installazione di pensiline autobus sul piazzale Marina Grande lato destro della Chiesa, in adiacenza della radice del molo, e allo sbarco aliscafi;

– riqualificazione Stazione Marittima; riqualificazione molo aliscafi; illuminazione dello specchio d’acqua;

– dissuasori a scomparsa per chiusura pedonale;

–  installazione di fontanelle a zampillo, non previste nel progetto esecutivo iniziale

Lotto B

– realizzazione di un parcheggio in cavea lungo via Libertà al fine di consentire la liberazione delle auto in sosta lungo il waterfront, un’opera come il parcheggio che non incentiva l’uso dell’auto ma affronta concretamente la base per una futura pedonalizzazione di via Roma con effetti positivi sulla vivibilità e sull’immagine dell’isola;

  • Rilevato che, ad oggi, per quanto riguarda il Lotto A, dopo le numerose varianti, sono tante le criticità emerse che riguardano: 1) l’esecuzione dei lavori al Palazzo Merlato, in molti punti sia lo strato di pittura che del sottostante intonaco si sono già distaccati provocando visibili chiazze; 2) la stazione marittima presenta infiltrazioni d’acqua, schermi informativi fuori uso, wifi libero per l’intera marina mai andato in funzione; 3) allagamenti alla Chiesa di SS Maria della Pietà e di San Giovanni Battista così come in diverse attività commerciali. Per il Lotto B i lavori, pur se consegnati, non sono mai stati avviati concretamente;
  • Considerato la complessità dell’opera e delle ripercussioni negative che tutto ciò può creare sulla cittadinanza e sulle casse comunali;

Al fine di far luce su eventuali responsabilità

CHIEDE

La costituzione di una Commissione D’Inchiesta Tecnico-Amministrativa che abbia come obiettivo verificare se le procedure tecnico-amministrative seguite siano conformi a quanto stabilito dalla legge.

Potrebbe interessarti

blank

Procida: Il Comune proroga al 31 dicembre 2024 le concessioni demaniali

PROCIDA – Anche per il 2024 non sono previsti i bandi e saranno salvaguardate le …

Un commento

  1. Dovrei fare

    come quasi la totalità dei Procidani

    che sono avezzi solo a leggere gli articoli,e magari farsi qualche risatella..,e mai a commentare

    ma,a volte,è più forte di me e scrivo.

    Specialmente, quando leggo articoli di tal guisa,che sono solo vacui,inutili,ingannatori, solo propagandistici ,che non riesco a digerirli..

    Far credere alla gente che ci bisognerebbe di una Commissione d’inchiesta per appurare criticità o manchevolezze o altro…

    quando basterebbe recarsi agli uffici tecnici che hanno l’obbligo di rendere pubblici tutto l’iter del fascicolo lavori del Waterfront

    è indice solo ed esclusivamente di ” BASSEZZA POLITICA ” e di ” MIOPIA o CECITA’ AMMINISTRATIVA ”

    piuttosto, sarebbe più opportuno fare chiarezza…. su i lavori stradali di anni fà,dal Mamozio a P.Posta,che

    ,dopo sei mesi,SI DOVEVA RIFARE DACCAPO.

    CHI SONO STATI I RESPONSABILI ? TUTTO TACE OMERTA’ TOTALE!!

    nessuno ha pagato per ORA……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *