Home > procida > politica > Licenziati i rappresentanti comunali del Marina di Procida

Licenziati i rappresentanti comunali del Marina di Procida

licenziatiIl Sindaco Dino Ambrosino, per i motivi che è possibile leggere nella nota allegata, ha dato corso alla revoca della nomina di Gerardo Lubrano Lavadera, Claudo Mazzella di Bosco, Gianluca Costagliola e Giacomo Sasso da rappresentanti del Comune di Procida nel C.d.A. e collegio sindacale della società Marina di Procida.

IL SINDACO
Premesso: che il 31 maggio 2015 sono stati eletti il Sindaco ed il Consiglio Comunale di Procida;
che il 10 Giugno 2015 si è insediata la nuova Amministrazione Comunale;
Considerato il programma amministrativo che l’Amministrazione Comunale intende sviluppare;
Visti: l’art.50 del Decreto legislativo n. 267/200; la delibera di Consiglio Comunale n.24 del17/02/94, inerente le direttive del Consiglio Comunale per le nomine di competenza del Sindaco;
il decreto sindacale n 6 del 28/06/2012 con cui venivano individuati i Sigg. Lubrano Lavadera Gerardo nato a Procida il 28/11/1960, Costagliola Gian Luca nato a Procida il 04/04/1970, Mazzella di Bosco Claudio nato a Napoli l’08/07/1981 e Sasso Giacomo nato a Napoli il 23/03/1973 per ricoprire cariche previste per l’Ente all’interno del Consiglio di Amministrazione della Società ora denomina a “la Marina di Procida s.p.a”;
Verificata l’assenza di motivazione del provvedimento di cui al decreto sindacale n 6/2012, in contrasto con quanto prevede l’art.7 delle direttive di cui alla richiamata delibera di C.C. n.24/94; Valutati non soddisfacenti i risultati della gestione della società, come dimostra o le note criticità ed il contenzioso aperto con un’associazione che raggruppa i dipartisti locali;
Considerato che detti membri del C.D.A. de “La Marina di Procida S.P.A.” non risultano idonei a rappresentare i nuovi indirizzi di questa Amministrazione Comunale, in relazione al programma che la stessa intende sviluppare durante il suo mandato;
Ritenuto procedere in merito;
Per tutto quanto in premessa che si intende qui integralmente riportato e per gli effetti:
DECRETA
1) La revoca del decreto sindacale n. 6 del 28/06/2012 e con esso le designazioni contenute.
Procida, 15/07/2015 IL SINDACO dott. Raimondo Ambrosino

Potrebbe interessarti

Procida: Inviati dal Comando Generale per visionare i locali messi a disposizione dal Sindaco

Non si ferma la protesta per evitare che la Guardia di Finanza di Procida venga …

4 commenti

  1. E come scrive il consigliere Villani :il cambiamento è dare una opportunitá agli altri senza privilegio.quindi questi verranno sostituiti con persone non privileggiate? Almeno si spera. Se no che cambiamento è se vengono nominati i cosidetti trompati della lista del sindaco Dini. Se non è così : illusi come me , ma quale cambiento. Mi faccia il favore.

  2. Bravo sindaco! Ora siamo tutti curiosi di chi metterai al loro posto.

  3. Antonio sei troppo curioso , abbiamo degli obblighi verso chi ci ha dato una mano. Vorrei vedere te e anche Ilenia cosa fareste. Wagliò svegliaaaa ora tocca a noi . E non rompete state tutti a vedere queste cose e non vi interessate di ben altro.

  4. E’ solo una vendetta politica

    sappiamo benissimo che chiunque metteranno non potra fare una mazza..,sono solo cariche simboliche, e ‘ la minoranza del consiglio di amministrazione di Marina di Procida,chi comanda TUTTO e’ l’Amministratore delegato Ing. Marconi.

    Il Presidente ha solo poteri di rappresentanza,deve mettere solo la firma.

    Oltretutto Il Sindaco non ci ha ancora detto come paghera’ i circa trecento milioni dell’aumento di capitale che Marconi ha delazionato fino a dicembre,Comune inadempiente…

    Altyrimenti sara solo guerra tra societa’ e Comune,che sarà costretto a vendere …per forza, e, a quattro soldi….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *