L'Italia autorizza l'uso di contractors a bordo delle navi

rosalia amato - foto lastampa.it
rosalia amato - foto lastampa.it

Da giugno 2011 potrebbero essere autorizzato personale armato a bordo delle navi mercantili!

Secondo notizie dell’ultima ora, riportate da numerose agenzie di stampa e quotidiani come IL MATTINO di Napoli, ma lo stesso CORRIERE che siprende un ANSA e il TG1, l’Italia utilizzerà contractor privati o militari della Marina a difesa delle sue navi mercantili che navigano nelle zone ad alta densità di pirati. Il provvedimento, che dovrebbe essere emanato (non si sa ancora in che forma) nel prossimo mese di giugno, nascerebbe da un’intesa bipartisan tra maggioranza e opposizione e permetterebbe l’utilizzo di personale armato a bordo. Per gli armatori «Era ora» dice a caldo di Angelo D’Amato, ad della Perseveranza di Navigazione. «Se questo provvedimento fosse arrivato prima – ha detto D’Amato – si sarebbero forse evitati gli ultimi due sequestri». Da Confitarma si plaude all’iniziativa. «Ringrazio il ministro Ignazio La Russa e tutto il governo – ha detto il presidente Paolo d’Amico per aver risposto concretamente alle nostre preoccupazioni e richieste. Sicuramente è un notevole passo avanti nella direzione auspicata da tutti noi. E’ necessario, però, che si proceda rapidamente all’emanazione del decreto legge perché ogni giorno, nelle zone ad alto rischio, ci sono mediamente tre navi italiane».

Si risolverà il problema? Bisognava farlo prima? Le petroliere diventeranno delle bome galleggianti?

Che ne pensate ci piacerebbe sentire la vostra opinione.

Potrebbe interessarti

Cosa hanno in comune Procida, Capitale della Cultura 2022, ed il diritto del mare?

di Alfonso Mignone PROCIDA – La risposta è scontata: l’isola, proprio grazie alla sua collocazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.