Home > Procida. Convegno mobilità. Riflessioni di Peppino Capobianchi.

Procida. Convegno mobilità. Riflessioni di Peppino Capobianchi.

Dal blog procidaniuse.com riportiamo le riflessioni di Peppino Capobianchi a margine del convegno tenutosi sabato scorso  nella sala consiliare e organizzato d IRiformisi per Procida.

Il problema del traffico è un problema serio e di non facile soluzione.
Il problema del traffico a Procida è ancora più serio e di difficilissima soluzione.
Chi scrive ha circolato per Procida in quasi tutti i modi possibili: bicicletta, vespa, moto, auto, pullman, taxi, a piedi, con una carrozzina, con un bimbo in braccio. Penso mi manchi solo (mi gratto) la carrozzella.
E questo mi sembra un requisito essenziale per poter parlare di traffico a Procida perchè molti dei relatori del convegno, compreso i pochi procidani, non hanno fatto l’esperienza di girare in pullman in agosto o in bici per via P.umberto o peggio ancora con una carrozzina per San Rocco con le auto posteggiate sul marciapiedi.
Con queste premesse vorrei fare qualche considerazione sul convegno dei riformisti sperando di poter aprire quel dibattito che nel convegno non si è visto molto:

  • Scarsa partecipazione: i procidani non addetti ai lavori erano pochissimi, (a parte i pullmanisti che erano presenti in massa) La colpa è sicuramente da attribuire in grossa parte ai cittadini ma una bella fetta di responsabilità spetta agli organizzatori che non hanno saputo trovare i modi e i luoghi per coinvolgere i diretti interessati.
  • Mancanza di interesse: e qua veniamo alla vera nota dolente del convegno. Non voglio parlare della scarsa attenzione ai powerpoint che è un argomento troppo specialistico ma i contenuti erano in larga parte troppo generali e scontati. Confesso che ho resistito solo fino alla fine dell’intervento dell’ing Manco perchè mi aspettavo di avere, se non delle risposte, almeno delle prospettive. Ho avuto invece l’impressione che non erano neanche ancora chiare le domande. Sembra che dopo ci sia stato un intervento interessante dell’ing. Torrieri sulle soluzioni adottate in altri comuni ma io ero gia morto di noia!
  • Le due sole cose che mi sembrano degne di menzione sono l’accenno dell’ing. Peppino Rosato al trend in calo dell’uso del mezzo pubblico e l’accento dell’ing Manco alla necessità di una cultura della mobilità. A proposito del primo argomento io inviterei tutti i tecnici a chiedersi il perchè, casomai facendo la prova a usare un pullman a Procida. Non punto il dito sui pullmanisti ma tra la scomodità normale dei pullman (non tutti nuovissimi) e le strade sconnesse, visto che parliamo di qualità della vita,  fare un giro in pullamn per un anziano o una persona con un bimbo non è una esperienza gratificante. A proposito della cultura della mobilità penso che questa debba nascere con l’informazione corretta e con l’esempio e ho l’impressione che la nostra amministrazione non sia molto capace ne nell’una ne nll’altro (vedi la campagna per la differenziata – se mai ce n’è stata una)

Non ricordo chi diceva che per ogni problema complesso c’è sicuramente una soluzione semplice, facile e… sbagliata.
Il traffico a Procida è un problema complessissimo sia per la geografia dell’isola sia per le abitudini e i privilegi che oramai sono acquisiti fino a far parte del DNA. Penso che l’unica possibilità di venirne a capo, se mai ce n’è una, sia quella di mettere intorno a un tavolo cittadini appartenenti alle varie fasce sociali, economiche, culturali  (non i rappresentati istituzionali che come tali subito diventano politici – nell’accezione deteriore del termine) e pochi amministratori  – quelli strettamente necessari – insieme a qualche tecnico che abbia possibilmente una esperienza sul campo. Questo è il metodo agenda 21 ed è, credo, l’unico che permetta una reale applicazione delle soluzioni trovate in quanto condivise fin dall’inizio con tutte le fasce di cittadini interessate e non calate dall’alto -Deus ex machina.

Come si augura Peppino anche noi  ci aggreghiamo al suo auspicio per cui mettiamo a disposizione nostro blog per aprire una finestra di dialogo con voi lettori e cittadini di Procida, e raccogliere in questo spazio i vostri contributi per creare una sensibilizzazione su questo problema che è nodale per il futuro e la futura qualita della vita sulla nostra isola.

Potrebbe interessarti

Procida: Ultimissimo dispositivo traffico veicolare

PROCIDA – Con ordinanza sindacale n° 70 del 28/06/2018 sono state portate le seguenti modifiche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *