Home > associazionismo > Mobilità e disabilità: Il compito di garantire il trasporto scolastico spetta al Comune

Mobilità e disabilità: Il compito di garantire il trasporto scolastico spetta al Comune

PROCIDA – Sulle problematiche che riguardano la mobilità dei diversamente abili sull’isola di Graziella, in modo particolare bambini in età scolare, argomento che nei giorni scorsi ha trovato terreno fertile sui social riscaldando gli animi e sollevando non poche polemiche, registriamo l’intervento della FISH Campania che, in una nota del presidente Daniele Romano indirizzata al Sindaco del Comune di Procida Dott. Raimondo Ambrosino, all’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Procida Dott. Carlo Massa, al Responsabile ai Servizi Sociali del Comune di Procida Dott.ssa Maria Barone, all’Assessore Regionale alle Politiche Sociali Dott.ssa Lucia Fortini, al Direttore Generale delle Politiche Sociali e Socio-Sanitarie della Regione Campania Dott.ssa Fortunata Caragliano, scrive:

“Gentile Sindaco, la Fish Campania è un’organizzazione che si occupa della tutela dei diritti delle persone con disabilità e delle famiglie. Abbiamo appreso, attraverso gli organi di stampa (http://it.blastingnews.com/cronaca/2017/10/procida-lappello-di-miriana-che-chiede-a-gran-voce-dipoter-andare-a-scuola-002077879.html ), che il Comune non garantisce il servizi di trasporto scolastico ad una studentessa con disabilità che frequenta le scuole medie.

Il compito di garantire il trasporto scolastico spetta al Comune, come stabilito tra l’altro, dal Decreto Legislativo n.66/17 all’art. 3 e 4, l’Ente Locale deve garantire questo servizio per le scuole dell’infanzia e per le scuole del primo ciclo d’istruzione. Non garantendo tale servizio, oltre a non permettere alla ragazza di poter frequentare la scuola, il Comune non rispetta l’obbligo scolastico della minore, discriminandola non garantendole le stesse opportunità dei suoi coetanei.

In passato su questa materia si sono espressi molti Tribunali, condannando sempre l’Ente Locale.

Le chiediamo di attivare immediatamente il servizio di trasporto e rimaniamo in attesa di una sua gentile risposta”.

La FISH Campania fa parte dell’Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità, è socia fondatrice del Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Caserta (CSV Asso.Vo.Ce), è iscritta al Forum del Terzo Settore regionale e aderisce all’Assemblea Italiana di Disabled People’s International (DPI).

Essa opera a livello regionale e nazionale, in forma volontaria, per il coordinamento, il raccordo, la valorizzazione e la realizzazione delle seguenti azioni: iniziative associative e inter-associative tra le proprie federate e altri organismi che operano sul tema della disabilità a livello locale, provinciale, regionale, nazionale e internazionale; tutela dei diritti civili e umani delle persone con disabilità, attraverso iniziative promozionali, culturali e politiche (convegni, manifestazioni, partecipazione a commissioni e organismi istituzionali, ricerche e studi, ecc.) nei riguardi di istituzioni pubbliche e organizzazioni private, allo scopo di definire normative, servizi e programmi che concretizzino condizioni di pari opportunità per i cittadini con disabilità.

In particolare, la FISH Campania collabora con la Regione Campania e vari Enti locali per la definizione di progettualità legata all’istituzione di servizi e alla fornitura di expertise nei settori dell’accessibilità, dell’inclusione sociale, del lavoro, dei servizi alla persona, della vita indipendente. Lavora con scuole di vario ordine e grado per la formazione verso una cultura delle differenze. Fornisce consulenze e collaborazioni a Enti pubblici e privati. Mantiene contatti continui e collaborativi con operatori ed esperti in tema di disabilità sia a livello regionale che nazionale.

Dal 2013, la FISH Campania, insieme ad alcune associazioni federate, segue i progetti sperimentali per la vita indipendente nella Regione. Nel febbraio del 2015 è stata tra le promotrici del primo seminario regionale sul tema, organizzato dalla Regione Campania. E a settembre dello stesso anno ha firmato un Protocollo d’intesa con l’Ambito Sociale di Mercogliano (AV) per la formazione delle persone con disabilità e degli operatori sociali sui progetti sperimentali per la vita indipendente. Attività formative che sono anche al centro della Convenzione stipulata a novembre 2016 con l’Ambito Sociale di Pontecagnano Faiano (SA).

In tema di accessibilità, dal luglio 2015 collabora con la Soprintendenza degli scavi di Pompei per la realizzazione del progetto “Pompei per tutti” e dall’agosto 2016 con L’Ente Autonomo Volturno sul tema dei servizi di trasporto nella Regione Campania. A settembre 2016 si è impegnata, in partnership con l’Aeroporto Internazionale di Napoli, sul progetto ENAC “Autismo. In viaggio attraverso l’aeroporto”, volto a facilitare il percorso in aeroporto e il viaggio aereo delle persone con autismo. Nel giugno del 2016 ha stipulato una convenzione con la Federconsumatori Campania per la realizzazione di uno sportello antidiscriminazioni.

Potrebbe interessarti

Manovra difficile per il Naide

PROCIDA – Attimi di paura nel porto di Marina Grande questo  pomeriggio con il traghetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *