Home > Ottimamente riuscita la manifestazione del Comitato per il diritto alla casa di Ischia e Procida

Ottimamente riuscita la manifestazione del Comitato per il diritto alla casa di Ischia e Procida

A ISCHIA CENTINAIA DI CITTADINI IN PIAZZA PER DIRE NO AGLI ABBATTIMENTI DELLE PRIME CASE DI NECESSITA’Il Sindaco di Ischia non solo non si è fatto trovare ma non ha neppure avvertito gli altri Sindaci isolani che i manifestanti avrebbero voluti incontrarli nella sala consiliare di Ischia al termine della manifestazione, dimostrando, ancora una volta, totale disinteresse verso il dramma sociale che investe migliaia di nostri concittadini. Forse Ferrandino pensava così di boicottare la manifestazione e di prendere in contropiede gli organizzatori che invece avevano direttamente invitato gli altri Sindaci. Alla protesta hanno preso parte una delegazione di cittadini di Procida, i rappresentanti dei Comitati campani per il diritto alla casa e a sorpresa la Signora Nuccia che ha dichiarato di essere stata letteralmente abbandonata dallo Stato che gli ha abbattuto la casa senza darle un’alternativa abitativa. La prossima riunione del Comitato per il diritto alla casa si terrà giovedì 7 gennaio 2010 alle ore 18.00 presso il bar Calise di Ischia.

dalla Redazione di PCIML-TV*

Si è tenuta questa sera 7 gennaio 2010, sotto il Municipio di Ischia, l’annunciata manifestazione di protesta popolare indetta dal Comitato per il diritto alla casa di Ischia e Procida contro gli abbattimenti delle prime case di necessità. Centinaia i cittadini che sono scesi in piazza per chiedere e ottenere dal governo l’immediata modifica della legge del terzo condono edilizio e affinché nessun’altra prima e unica casa di abitazione venga abbattuta nelle due isole e sull’intero territorio nazionale. Alla riuscitissima manifestazione oltre ai rappresentanti delle Amministrazioni comunali di Lacco Ameno, Casamicciola Terme e Barano, ha partecipato una nutrita delegazione di cittadini di Procida e i rappresentanti dei Comitati regionali per il diritto alla casa.

GLI INTERVENTI

In tanti hanno preso la parola nel corso della manifestazione. Gennaro Savio, direttore di PCIML-TV, dopo aver denunciato e condannato con forza l’assurdo comportamento politico del Sindaco di Ischia che non ha invitato gli altri Sindaci a prendere parte all’incontro con una delegazione di manifestanti così come ufficialmente richiestogli dagli organizzatori, ha dichiarato: “E’ vergognoso ma tipico dell’infame sistema capitalistico che tutela i potenti e penalizza i deboli, che mentre vanno giù le case della povera gente costretta dallo Stato inadempiente a costruirsi la prima casa di necessità abusivamente, la speculazione edilizia dei palazzinari e dei boiardi di Stato che si sono costruiti la villa sulle isole partenopee e sulle coste campane per andarci a villeggiare nei mesi estivi, resta in piedi”.

Domenico Elefante, Presidente dell’”Associazione Amici del Territorio”, ha portato alle popolazioni dell’isola d’Ischia la sincera solidarietà dei Comitati a difesa del diritto alla casa dei Monti Lattari tra cui “Associazione Arcobaleno di Lettere”, “Diritto all’abitazione di Castellammare di Stabia”, “Diritto alla Casa di Sant’Antonio Abate”, “Casa Sicura di Cava dei Tirreni” e l’”Arca di Noe’” sempre di Sant’Antonio Abate e ha denunciato: “Ebbene, politici che hanno vinto le loro campagne elettorali sul fenomeno dell’abusivismo edilizio grazie al clientelismo, noi li abbiamo visti distanti perché la Procura minacciava nei loro confronti provvedimenti seri.

Con le lacrime agli occhi ma con tanto coraggio e straordinaria dignità umana, Nuccia, l’umile e onesta signora di Procida a cui lo Stato ha abbattuto la sua unica casa sbattendola per strada assieme al marito e ai due figli minorenni, memore del dramma subito che si augura non debbano vivere altre famiglie isolane, oltre ad aver rivolto un appello ai manifestanti affinchè non si stanchino di lottare contro gli abbattimenti, ha detto: “Il primo dicembre, quando ci è stata abbattuta la casa, siamo stati trattati peggio degli animali. Qui si parla di garantire i cani, i gatti e poi noi siamo trattati peggio degli animali. Non è vero che lo Stato è vicino alle famiglie e se io sono qui nonostante mi abbiano abbattuta la casa, è perché voglio andare avanti anche per voi. Voi non dovete fermarvi in questa battaglia, quando ci sono iniziative di lotta dovete partecipare sempre. Voi siete fortunati a Ischia perché ci sono Gennaro e Domenico Savio che non vi dimenticano e a cui va il mio ringraziamento”.

Il rappresentante dell’Amministrazione di Barano, Giovanni Migliaccio, ha detto che lo Stato non tutela i suoi figli e che bisogna lottare affinché nessun’altra casa venga abbattuta. Inoltre Migliaccio, riferendosi al terzo condono, ha affermato: “Da Roma avrebbero dovuto dirci chiaramente che il terzo condono non era una faccenda che potesse interessare gli ischitani, ma non lo potevano dire perché tutti i condoni non sono stati fatti per chiudere la partita ma per poter prendere soldi e così nel 2003 hanno organizzato una truffa di Stato con la complicità di un onorevole ischitano”.

Il sindaco di Casamicciola Terme, il Dott. Vincenzo D’Ambrosio, dopo aver portato a conoscenza dei manifestanti degli incontri avutisi sulla questione dai Sindaci della Provincia di Napoli, ha denunciato la latitanza della politica nazionale sull’argomento e ha garantito che continuerà a partecipare a tutti i tavoli tecnici a cui sarà invitato come Primo cittadino casamicciolase.

Giacomo Pascale, Assessore all’Urbanistica del Comune di Lacco Ameno, dopo aver sottolineato che lo Stato fa il debole coi forti e il forte coi deboli, ha garantito l’impegno dell’Amministrazione lacchese a difesa del diritto alla casa delle popolazioni isolane e si è impegnato a continuare a scendere in piazza accanto ai cittadini in lotta così come fatto sino ad oggi.

Luigi Pisani, presidente del Comitato per la casa di Ischia e Procida, ha ribadito che quello di necessità non deve essere considerato abuso edilizio e daremo battaglia affinchè questo principio si affermi.

Domenico Savio, Segretario generale del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista non ha risparmiato veementi attacchi ai politici di centrodestra e di centrosinistra di tutti i livelli istituzionali quali responsabili diretti delle demolizioni affermando: “I Sindaci e gli Assessori vanno chiedendo i voti casa per casa per questi deputati e senatori, per questi partiti e oggi, cari sindaci e assessori ne rispondete in prima persona della latitanza di questi signori che, tra l’altro, riscuotono 15, 20.000 euro al mese. Sento dire, ha proseguito Savio, lo Stato, dov’è lo Stato, lo Stato responsabile. Ebbene, cari cittadini, questo non è uno stato astratto o irraggiungibile. Questo si chiama Stato capitalistico, questo è lo Stato dei potenti capitalisti come il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Questo non è lo Stato del popolo, questo non è lo Stato dei diritti dei cittadini e il potere politico di questo Stato che non tiene conto dei diritti dei cittadini, si chiama Forza Italia, Alleanza Nazionale, UDC, Partito Democratico e tanti altri partiti. Il potere dello Stato non è qualcosa di astratto, stanno li, li avete eletti voi e chi non ha responsabilità anche tra voi, scagli la prima pietra”. Il popolo italiano si è fatto ingannare per sessant’anni in questa Repubblica italiana. A conclusione del suo appassionatissimo intervento, Domenico Savio ha sottolineato che il suo Partito continuerà a battersi anche per la sanabilità delle prime case di necessità costruite dopo il 2003 “Perché anche chi si è costruito la casa dopo il terzo condono, lo ha fatto perché questo Stato dei padroni, questo Stato degli sfruttatori ha continuato a non adempiere al suo dovere costituzionale di mettere a disposizione di tutte le famiglie italiane una casa dignitosa”.

L’importante e riuscita manifestazione di protesta popolare si è conclusa con l’appello degli organizzatori alla cittadinanza a partecipare alla prossima riunione del Comitato per il diritto alla casa che si terrà giovedì 13 gennaio 2010 alle ore 18.00 presso il bar Calise di Ischia.Direttore Gennaro Savio – www.pcimlischia.blogspot.com

video completo su: http://www.youreporter.it/video_ISCHIA_CENTINAIA_IN_PIAZZA_CONTRO_GLI_ABBATTIMENTI_1

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *