Home > Vivara > Partito il corso per la formazione delle guide per la RNS isola di Vivara

Partito il corso per la formazione delle guide per la RNS isola di Vivara

PROCIDA – Presso l’Aula “V. Parascandola” del Comune in via Libertà hanno preso avvio le attività formative-informative per le guide della Riserva Naturale Statale Isola di Vivara, organizzate dal Comitato di Gestione della Riserva in collaborazione con l’Ente Locale.

Presenti, oltre al vice presidente del Consiglio Comunale, Maria Capodanno, i membri del Comitato l’ing. Giuseppe Rosato, il prof. Costantino D’Antonio, il prof. Michele Scotto di Cesare e l’avv. Gaetano Cennamo, assente giustificato il Presidente Marinella per sopravvenuti impegni. Dopo i saluti del Sindaco Dino Ambrosino si è passati alla illustrazione dei contenuti del corso da parte dei docenti Chiara Motta (Università Federico II Napoli –docente di biodiversità) e Carla Pepe (prof. Associato di metodologia della ricerca archeologica Università Suor Orsola Benincasa, collaboratrice del noto archeologo prof. Marazzi), per la parte naturalistica e per quella storico-archeologica.  Il prof. Michele Scotto di Cesare ha trattato sia aspetti organizzativi del corso, sia le questioni gestionali della Riserva e gli obiettivi di salvaguardia di flora e fauna. Presenti in aula 16 degli oltre 20 ammessi al corso, che hanno provveduto a presentare le loro “credenziali” e le motivazione per cui hanno scelto di diventare guide della Riserva.

L’alto livello di preparazione, sia per titoli di studio che per attività svolte, è di auspicio ad un’ottima riuscita dell’iniziativa. Il corso riguarderà varia aspetti a partire dalla comunicazione e la divulgazione naturalistica e archeologica, aspetti pratici necessari all’attività di guida in un contesto complesso quale una riserva naturale per il riconoscimento della sua flora e fauna, sia per la storia e l’archeologia, nozioni di primo soccorso, antincendio, tecniche di gestione del gruppo e del panico, normativa vigente per l’attività della guida. I partecipanti hanno mostrato grande interesse. La loro attività sarà preziosa per una qualificata conoscenza dei “tesori “della Riserva da parte dei visitatori.  Proprio sotto questo profilo ricordiamo che nel 2016 il Comitato di Gestione ha stipulato un protocollo d’intesa con il Comune di Procida e la Fondazione proprietaria dell’isolotto per effettuare le visite guidate alla Riserva previa prenotazione ed acquisizione di specifica dichiarazione di manleva delle responsabilità resa ai sensi dell’art. 46 DPR 445/2000. L’effettuazione delle visite guidate sono subordinate al benestare degli addetti alla gestione del rischio e dell’emergenza, reso almeno due ore prima della visita. Il Piano di Gestione della Riserva vincola il numero massimo dei visitatori; per ciascun gruppo si è convenuto un numero di circa trenta unità; mentre il numero delle visite giornaliere è fissato dal Piano Visite emanato dal Presidente della Riserva. Le prenotazioni si effettuano tramite il sito web del Comune di Procida.

Potrebbe interessarti

Lucia Mameli: Da gennaio la Caremar adeguerà le navi con ascensore per persone con mobilità ridotta

PROCIDA – La società di navigazione Caremar darà corso a lavori di adeguamento delle proprie …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *