bersani vs renzi
bersani vs renzi

Primarie: Matteo Renzì andò per rottamare e fu rottamato

 

Rottamiamoli tutti con la Rivoluzione socialista assieme all’infame sistema economico e sociale capitalistico dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo. Il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista lavora a questa prospettiva.

di Gennaro Savio

Un presuntuosetto dall’accento fiorentino andò per rottamare e fu rottamato. Peccato però che il vincitore delle primarie del Partito Democratico, Pierluigi Bersani, abbia pressappoco l’identica cultura politica del mancato rottamatore Matteo Renzi. La tristezza è stato vedere milioni di italiani in fila per esprimere il voto alle primarie di un centrosinistra il quale, come negli anni scorsi, attualmente con l’appoggio al governo Monti sta contribuendo al continuo impoverimento del popolo. Che tristezza. Milioni di italiani che illudendosi di scegliere i governanti del futuro si recano a votare prima alle primarie e successivamente alle politiche per poi ritrovarsi a Palazzo Chigi un governo tecnico non eletto dal popolo!!! Che vergogna!!!

Andando avanti di questo passo, alla fine sarà rottamato il popolo italiano se continuerà a dare incoscientemente  sostegno ai partiti di centro, centrodestra e centrosinistra tutti parimenti sostenitori dell’infame sistema economico e sociale capitalistico dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo che stanno affossando il nostro Paese negandoci i diritti costituzionali fondamentali. Infatti ci stanno togliendo il diritto al lavoro, alla salute, alla casa, alla mobilità, all’istruzione, in effetti ci stanno togliendo il diritto alla vita e ci sono ancora milioni e milioni di italiani che continuano a sostenere i loro carnefici sociali: assurdo!!! Cari Italiani, se non vogliamo essere definitivamente rottamati, dobbiamo avere il coraggio di rottamare con la Rivoluzione socialista i vari Berlusconi, Alfano, Fini, Casini, Bossi, Renzi, Bersani, Vendola, Diliberto, Bertinotti, Storace e loro affini. E il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista guidato da Domenico Savio è orgoglioso di lavorare da sempre in Italia, seppur tra mille difficoltà, a questa prospettiva di liberazione e di emancipazione del nostro popolo.

 

Potrebbe interessarti

Vince Mattarella, perde l’Italia

di Nicola Silenti da Destra.it Tanto tuonò che non piovve nemmeno una goccia d’acqua. Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.