Home > Procida: Arriva la TAC.

Procida: Arriva la TAC.

La sanità procidana si appresta a fare un altro importante passo in avanti. Da pochi giorni, infatti, presso l’ospedale “Gaetanina Scotto” sono iniziati i lavori per l’installazione della strumentazione necessaria per la Tomografia Assiale Computerizzata (TAC).
L’obiettivo prefissato è terminare in tre mesi l’intervento di adeguamento della struttura, assicurando entro l’inizio della prossima estate la piena operatività della nuova attrezzatura.Secondo il commissario straordinario dell’Asl Napoli 2 Nord, Franco Nardone, l’installazione della Tac a Procida risponde a un’esigenza sanitaria fortemente sentita dalla popolazione isolana. La macchina che installeremo, continua Nardone, permetterà di gestire con maggiore tranquillità le prime fasi dell’emergenza e di assicurare ai cittadini isolani una maggiore accuratezza nella diagnostica sul proprio territorio.
Soddisfazione è espressa anche dal primo cittadino Gerardo Lubrano Lavadera per il quale continua il processo di miglioramento dell’Ospedale dedicato alla nostra “Gaetanina Scotto di Perrotolo”, inaugurato nel dicembre del 2005 e che da allora, nonostante le tante difficoltà economiche, e non solo, che hanno interessato la sanità campana, ha saputo rappresentare, sempre più, un importante punto di riferimento per la comunità isolana.
Da questo punto di vista, continua il sindaco Gerardo Lubrano, in questi cinque anni, nonostante qualcuno sembra averlo dimenticarlo, la sanità procidana ha fatto passi avanti eccezionali a partire dall’inaugurazione della struttura di via De Gasperi, per passare alla realizzazione dell’adiacente elisuperficie d’emergenza che permette di trattare il trasferimento dei malati più gravi ed urgenti, al mantenimento sistematico dell’idroambulanza affidata alla Capitaneria di Porto per il collegamento con gli ospedali d’Ischia e Pozzuoli.
Ovviamente tante altre cose restano da fare e bisogna sempre tenere alto il livello di guardia e di attenzione anche se, conclude il sindaco Lubrano, quello che è stato realizzato ha fatto in modo di colmare le tante inefficienze che, negli anni passati e sino alle soglie del terzo millennio, avevano portato l’isola di Procida ad essere in questo, così come in altri settori, la cenerentola dell’Arcipelago Campano.

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *