Home > cultura > Procida, un giorno d’agosto

Procida, un giorno d’agosto

ilprocidano_grecale_18-5-12 (111).JPGDi Ciro Orlando

Il meriggiar di un giorno d’agosto

Si perde nell’oblio di un sonno profondo.

In un mare dorato,

l’immensità di una pace profonda;

pensieri s’arrestano sulle verdi viti

e glicini in fiore.

Prigioniero del tempo, chiuso in uno scrigno,

scorgo nuovi colori, nuovi profumi.

Nel cielo terso un aquilone danza nell’aria,

scompare nel nulla;

sfuggito dalle mani di un bimbo

come un sogno appena svanito;

mentre una farfalla sbadata cade,

come un frammento di vita.

Si perde nell’oblio del blu.

 

Pubblichiamo lo scritto del sig. Ciro Orlando premiato con la targa rilasciata dal Comune in occasione della 64 “Sagra del mare” per il concorso poesia on-line “Il racconto del mare”.

Potrebbe interessarti

Il governo Conte si è accorto che in Italia esiste un comparto marittimo?

di Nicola Silenti da Destra.it PROCIDA – L’armatore Vincenzo Onorato ha lanciato una petizione in difesa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *