Procida: “Insieme per Procida” interroga su sicurezza stradale e inquinamento.

Il vice presidente del Consiglio Comunale e componente del gruppo “Insieme per Procida”, Nico Granito, lo scorso 9 dicembre, ha presentato al Presidente del Consiglio Comunale e al Sindaco del Comune, una interrogazione tesa ad avere risposte circa la sicurezza stradale e l’inquinamento dell’aria sul territorio e le iniziative che intende porre in essere l’Amministrazione sull’argomento.
“Premesso che recentemente in Italia diverse amministrazioni locali sono state condannate per non aver controllato i livelli di traffico ed il relativo inquinamento;
rilevato che nel nostro comune l’eccessiva circolazione veicolare produce un elevato inquinamento dannoso per la salute dei cittadini;
atteso che nei periodi estivi tale circolazione aumenta in maniera esponenziale a causa dello sbarco e della circolazione dei veicoli appartenenti ai non residenti, o addirittura a residenti non stabili che spesso richiedono la residenza a Procida solo per potervi portare il proprio veicolo dalla terraferma; visto che l’isola di Procida, data la sua struttura geografica, rientra a tutti gli effetti nell’articolo 8 del Codice della Strada;
considerato che il Sindaco rappresenta la prima autorità sanitaria locale e che ha il dovere di difendere la salute dei cittadini, in modo particolare degli anziani e dei bambini che sono le categorie più esposte;

si interroga l’Amministrazione Comunale per sapere

se essa intende varare un provvedimento per ridurre e regolarizzare da subito il problema del traffico e dell’inquinamento;
quali provvedimenti intende eventualmente prendere in previsione della prossima stagione estiva;
se intende sollecitare i controlli per verificare la reale residenza a Procida di molti abitanti della terraferma con controlli non saltuari e con l’ausilio delle forze dell’ordine e polizia municipale.”

Potrebbe interessarti

Procida, Ischia e Capri Mobile – Tre isole in un Click.

Riceviamo e pubblichiamo Le isole del golfo di Napoli sempre  a portata di mano. Questo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *