Home > disagi > Procida alle prese con dinamiche fanciullesche

Procida alle prese con dinamiche fanciullesche

di Michele Romano

Ripercorrendo il sentiero del male oscuro, che sta investendo la nostra isola, su cui mi sono soffermato in una precedente occasione, mi hanno incuriosito le dinamiche schizofreniche di alcuni annunci che prefigurano la sospensione di eventi oramai diventati espressioni emblematiche della storia di Procida e cioè: la Sagra del Mare e il Premio letterario Isola di Arturo – Elsa Morante.

Le motivazioni dichiarate sono di natura economica, dovute, sia alle scarse risorse finanziarie del bilancio comunale, sia all’eventuale mancanza di fondi regionali. Ebbene, che centra la schizofrenia in questo che appare un procedimento lineare anche alla luce del momento particolare di crisi socio-economica in cui viviamo?

Invece, qui casca l’asino! Perché i retroscena di questi annunci svelano l’accavallarsi di smentite e contro smentite, frutto di atteggiamenti capricciosi, dispettosi da adolescenti sociologi che hanno perso completamente la bussola e la misura del buon senso e dell’etica della responsabilità di cui devono essere equipaggiati coloro che si assumono l’onore e l’onere di guidare la cosa pubblica. E qui bisogna attuare una terapia d’urto che, proprio per i tempi di magra, rende fruttuoso il suo intervento che si fonda su una profonda trasformazione culturale e formativa in cui non è l’aspetto quantitativo dei mezzi a disposizione (troppo spesso cattivo indicatore di perversi atti speculativi e corruttivi) ma quello qualitativo, fondato sulla sobrietà, sulla passione, sullo slancio vitale di mantenere in piedi eventi che oramai costituiscono una parte integrante della storia procidana. In tal senso una strada maestra può essere trovata in quelle forme associative che, ogni anno, con semplicità, con abnegazione, con mezzi alquanto modesti, riescono a costruire eventi che vengono seguiti con simpatia e attrazione dai nostri ospiti estivi e non (per esempio “Benvenuta Estate” e  “Cortili in musica”, che si svolgono a Chiaiolella tra Luglio ed Agosto).

Così, forse, con riscontri più positivi di altre annate, possono essere ampiamente salvate sia la “Sagra del Mare” che il “Premio letterario Isola di Arturo – Elsa Morante”.

Potrebbe interessarti

PROCIDA PRIMA: Basta speculazioni sulle tasche dei cittadini!

Qui di seguito riportiamo il manifesto affisso in questi giorni dal gruppo politico di maggioranza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *