Home > Procida: Interruzione servizio OSP trasporto marittimo

Procida: Interruzione servizio OSP trasporto marittimo

Il 4° febbraio scorso, a fronte di condizioni meteomarine unanimemente ritenute accettabili, le soc. Vettori delle corse veloci OSP, nonché la soc. GESTUR che serve la tratta Procida-Pozzuoli con traghetto, hanno sospeso inopinatamente il servizio, adducendo le avverse condizioni meteomarine come causa della soppressione delle corse.

Probabilmente hanno ritenuto di conseguire un risparmio di carburante a fronte delle modeste entrate connesse ad un rigido e piovoso week end invernale.

I Comandanti delle unità rimaste ferme in porto, se così fosse, avrebbero ceduto la loro professionalità agli interessi degli armatori venendo meno ai doveri verso l’Utenza, il tutto sotto gli occhi dei vari Responsabili dell’Autorità Marittima di Napoli e delle Isole del Golfo, tutti all’ombra dell’insindacabilità della decisione del Comandante dell’unità, prevista dal Codice della Navigazione che lo pone a decidere della sorte cui i viaggiatori del mare devono adeguarsi.

La circostanza che il 3 febbraio gli armatori dell’ACAP abbiano annunciato con un Comunicato Stampa la sospensione parziale dei servizi a partire dal 10.2 e totale dal 10.3, ci potrebbe suggerire una riflessione che però rifiutiamo con fermezza. Sarebbe gravemente scorretto esasperare l’Utenza per ottenere udienza presso le Autorità di Governo.

La questione dell’IVA sul carburante va affrontata senza ipocrisie e, ove la rivendicazione è giusta, occorre ricercare ogni possibile sinergia, senza ricorrere a sterili artifici.

Nell’appoggiare, perciò, la richiesta di chiarimenti avanzata dall’ACAP alle Autorità di Governo, si condannano anche i comportamenti che, attraverso i poteri insindacabili dei Comandanti, perseguono interessi economici a danno dell’Utenza.

E’ necessario che le Autorità Marittime svolgano una più incisiva attività di controllo sulle motivazioni addotte a giustifica della soppressione di corse OSP e, laddove esse sono insindacabili per Legge, chiediamo che tali Autorità rappresentino al Comandante di turno le proprie competenti considerazioni sulle decisioni assunte, anche in relazione alla durata della specifica traversata da affrontare.

Inoltre, essendo tali situazioni delle “Emergenze del Trasporto marittimo nel Golfo”, e visto che la Delibera n.443/2011 impone agli esercenti le corse OSP, tra gli OBBLIGHI di SERVIZIO – PIANO DI INTERVENTO EMERGENZIALE , anche obbligo di dotarsi di un piano di intervento per fronteggiare le emergenze determinate da cause tecniche ovvero da condizioni meteo avverse. Tale Piano deve essere sottoposto all’esame ed all’approvazione dell’A.G.C.

Chiediamo all’Assessore Vetrella:

1. Se, nell’ambito dell’iter di approvazione dei Piani Emergenziali presentati da ciascun Vettore, siano state fornite indicazioni dalla Struttura da Lui diretta relativamente ad emergenze della specie innanzi descritta.

2. Quali indicazioni sono state fornite, ovvero intende fornire, alle soc. affidatarie delle corse OSP al fine di assicurare un’adeguata “assistenza” ai viaggiatori che devono affrontare la soppressione dei collegamenti marittimi ?

Ing. Giuseppe Rosato

ASSOUTENTI sez. Mare

Potrebbe interessarti

Guardia Costiera: Resoconto Attività MARE SICURO 2018

PROCIDA – E’ stata presentata stamattina, nella splendida cornice della Stazione Marittima del Porto di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *