Home > Vincenzo Capezzuto: "Anche a Procida bisogna rivedere l'atteggiamento della politica."

Vincenzo Capezzuto: "Anche a Procida bisogna rivedere l'atteggiamento della politica."

Vincenzo Capezzuto sindaco di ProcidaA quasi due anni dal suo insediamento, il Sindaco Vincenzo Capezzuto sente la necessità di rivedere il progetto politico che, con lista “Procida Prima”, lo ha portato al governo dell’isola di Procida ad aprile 2010. Questo un primo punto importante che emerge durante l’incontro con la stampa tenuto lo scorso 30 gennaio. “La lista “Procida Prima” è una coalizione di uomini e donne con qualche presenza politica – dice il Sindaco – ed anche sulla scorta di quanto sta accadendo a livello nazionale, anche a Procida, bisogna rivedere l’atteggiamento della politica, a partire dal Consiglio Comunale che oggi si è trasformato in un luogo di scontro, a volte preconcettuale, piuttosto che di incontro costruttivo.”
Il Sindaco, poi, si porta su quelle che sono state le priorità affrontate dal punto di vista amministrativo. “Il risanamento dell’azienda comunale – specifica Capezzuto – è stato l’obiettivo principale che mi sono posto mettendo in campo una serie di azioni per raggiungere quel pareggio di bilancio che, oramai, si richiede a tutte le strutture periferiche dello Stato. La prova sta nel fatto che nel 2010 ho ereditato uno sbilancio strutturale di 2milioni900 mila euro che passava, a soli sei mesi dalla mia elezione, a 2milioni100mila, per diventare nel 2011 di circa 1milione900mila mentre per il 2012 la proposta che formulerò a maggioranza e minoranza sarà di una ulteriore riduzione a 500mila euro. I residui attivi ammontano a circa 10milioni di euro così come quelli passivi. Con i creditori del Comune stiamo avviando accordi per bloccare gli interessi e scadenzare il pagamento del credito. Certo – continua il Sindaco – non tutto si può fare. Abbiamo tagliato il contributo comunale sulla mensa scolastica, passando dal 77% al 20%, in linea con la media nazionale, così come abbiamo tagliato i costi per la tesoreria comunale e per servizi come il disserbamento lungo le strade, assistenza attività cimiteriali, pulizia della casa comunale.” Proprio per quanto riguarda i servizi offerti dalle società partecipate (SEPA e Isola di Procida Navigando) così come della SAP “A fronte di tagli di spesa – sottolinea il Sindaco Capezzuto – siamo riusciti a passare la riscossione della TIA al Comune e migliorare i servizi offerti, prova ne è l’aumento della raccolta differenziata, giunta intorno al 50% su base mensile, cosi come l’innegabile pulizia delle strade. Nel caso della SAP, poi, siamo avviati verso il pareggio di bilancio e se ci dovessero essere problemi ho già dato disposizioni per rimodulare l’impiego del personale.”
Nel complesso l’impressione avuta data durante il colloquio con il primo cittadino Vincenzo Capezzuto è quella di un uomo certamente pimpante, comunque alle prese con problematiche complesse, il quale, almeno nei propositi, manifesta l’intenzione di voler ridare slancio all’azione della sua maggioranza, anche attraverso la rideterminazione di un nuovo progetto politico, dall’altro chiede un supporto maggiore alla minoranza consiliare, proprio in virtù delle scelte portate avanti.
L’intenzione comunicata dal Sindaco, inoltre, è quello di incontrare la stampa ogni quindici giorni per fare, di volta in volta, il punto della situazione rispondendo anche alle domande che i cittadini potranno inviare attraverso i media locali.

Potrebbe interessarti

Federconsumatori Campania ha incontrato il Sindaco di Procida relativamente ai rimborsi dell’IVA applicata su TARSU – TIA

Martedì 24 aprile il Sindaco di Procida, Vincenzo Capezzuto ha incontrato il Presidente regionale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *