Procida: La CP 454 in navigazione verso il cantiere

Superate le ultime difficoltà burocratiche che, per qualche momento, hanno messo in discussione e fatto temere per la sua partenza, la motovedetta CP 454 è stata consegnata ai responsabili del cantiere navale Pisano Francesco che ne curerà i lavori di ripristino della funzionalità operativa.
Il passaggio di consegne è avvenuto nella giornata di ieri presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Procida alla presenza del Comandante, T.V. (CP) Flavia La Spada, del dirigente l’ufficio dell’ASL Napoli 2 Nord, ing. Antonio Galdiero, degli incaricati del cantiere e dell’assessore alla sanità e alle politiche sociali del Comune di Procida, Maria Capodanno.
I lavori di riparazione dell’idroambulanza avranno una durata presumibile di trenta giorni, a seguito dei quali la motovedetta CP 454, già iscritta nel quadro del Naviglio Militare dello Stato, sarà riconsegnata alla Guardia Costiera di Procida in comodato d’uso gratuito, per essere riarmata con equipaggi costituiti dal personale militare del locale Ufficio Circondariale Marittimo, ai quali ne è demandata la condotta nautica su base continuativa, ventiquattro ore su ventiquattro, in attuazione a quanto disposto dall’art. 2 della Legge Regionale n. 2 del 11.01.1994.
Soddisfazione viene espressa dall’assessore Maria Capodanno per la quale: “dopo lunghi mesi di attesa durante i quali si sono anche avuti momenti di tensione tra le varie Istituzioni interessate, e nonostante le ristrettezze finanziarie che vive un settore nevralgico come la sanità, si è fatto un ulteriore passo in avanti per fare in modo che l’isola di Procida possa ritornare a disporre, nel più breve tempo possibile, di un servizio importante per la salute e la stessa vita dei procidani.”

Potrebbe interessarti

rete della salute

Procida: La struttura sanitaria deve andare a cercare l’utente non il contrario

Di Michele Romano PROCIDA – Il 14 marzo scorso, presso la sala consiliare dell’isola di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.