Home > politica > Procida: La questione bracconaggio arriva al Parlamento Europeo

Procida: La questione bracconaggio arriva al Parlamento Europeo

“Dopo aver scritto al Corpo Forestale dello Stato per contrastare il bracconaggio sull’isola di Ischia e Procida, Andrea Zanoni, Eurodeputato Idv e vice presidente dell’Intergruppo sul Benessere degli animali al Parlamento europeo, chiede insieme ai colleghi Niccolò Rinaldi e Giommaria Uggias (Idv) e altri 8 Eurodeputati di altri Paesi, l’intervento della Commissione europea con un’interrogazione scritta.“Il fenomeno e gli scarsi controlli per contrastarlocostituiscono un’aperta violazione della Direttiva Ue Uccelli. Forse le autorità locali, sorde agli appelli di cittadini e associazioni,risponderanno ad una sonora tirata d’orecchi  di Bruxelles”. Dopo la lettera inviata da Zanoni al Corpo forestale dello Stato, che ha contribuito a portare al blocco di sei bracconieri sull’isola di Ischia, la questione arriva in Europa.

“La continua attività di bracconaggio viola la normativa europea continuando a mettere a repentaglio la vita di milioni di uccelli anche protetti”,attacca l’Eurodeputato. L’isola d’Ischia e di Procida rappresentano una strategica area di sosta e passaggio degli uccelli in migrazione dai quartieri di svernamento africani alle zone di riproduzione europee. Le specie maggiormente cacciate sono la Tortora selvatica (Streptopeliaturtur) e la Quaglia (Corturnix coturnix) le cui popolazioni risultano in declino a livello continentale, piccoli passeriformi come: Culbianco,Balia nera, Stiaccino, Cutrettola e molti altri sono invece catturate con le trappole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *