mucillagine a procida
mucillagine a procida

Procida: Miglioramenti sul fronte mucillagine

Fine settimana piuttosto tranquillo sul fronte mucillagine quello vissuto nella più piccola delle isole del Golfo di Napoli anche perché, grazie alle mutate condizioni meteo con forte vento di maestrale che ha spirato, anche in modo sostenuto, nelle ore pomeridiane e nella nottata abbassando la temperatura di qualche grado e creando un movimento di correnti, il mare sembra averne tratto beneficio ritornando al caratteristico colore azzurro ed allontanando quelle chiazzo di color marrone, vischiose e maleodoranti, che ne aveva caratterizzato i giorni precedenti provocando non poche preoccupazioni nei bagnanti e negli operatori del settore.

“Sul lungomare Cristoforo Colombo – ci dice Giorgio Formisano titolare del lido “La Rotonda” – che poi è il sito a più alta concentrazione di turisti dell’intera isola di Procida, abbiamo visto la mucillagine solo nei primi giorni della scorsa settimana e devo sottolineare la tempestività con cui il l’Amministrazione Comunale, la Capitaneria di Porto e l’ARPAC sono giunti sul posto ed hanno effettuato gli accertamenti del caso. Nell’ultimo week end – continua Formisano – probabilmente per il vento che, tra l’altro, ci ha imposto di innalzare la bandiera rossa, segnale di pericolo per la balneazione, il lungomare non ha vissuto di ulteriori fenomeni. Certo – conclude il proprietario del lido “La Rotonda” – il rincorrersi di notizie oltremodo negative, sino ad oggi fortunatamente non supportate da riscontri concreti, hanno contribuito ad alimentare paura e rallentare l’arrivo di turisti, quest’ultimi già alle prese con la crisi economica, la diminuzione del potere d’acquisto e costretti a sostenere costi non indifferenti  per muoversi da e per la terraferma.”

Sul fronte politico-amministrativo la questione viene monitorata negli uffici del Comune in via Libertà dal Vice Sindaco, con delega all’ambiente, Elio De Candia.”Stiamo seguendo la vicenda molto da vicino  – dice il vice sindaco De Candia –  e, al di la delle rassicurazioni che ci provengono dagli organi tecnici regionali deputati a tale tipo di attività per i quali il materiale rilevato è mucillagine e null’altro, abbiamo sollecitato il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, l’Assessore Regionale all’Ambiente Giovanni Romano e i rappresentanti della Provincia di Napoli a compiere, ognuno per le funzioni attribuite,  tutto quanto il necessario. L’isola di Procida – conclude il vice sindaco De Candia – che ricordo si trova nel centro dell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno” e che può contare sulla presenza dell’isola di Vivara,  Riserva Naturale dello Stato, deve poter garantire il massimo della salvaguardia delle risorse ambientali e l’adeguata tranquillità ai propri cittadini ed ai visitatori che la scelgono per passare le loro vacanze.”

Guglielmo Taliercio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.