Procida ricorda le vittime della Marina d’Equa

marina d'aequaIl Comune di Procida ricorda i marittimi caduti in mare. Su iniziativa dell’assessore, con delega al lavoro marittimo, Antonio Carannante, domani Lunedì 28 dicembre alle ore 11,00, presso la Chiesa di S. Antonio da Padova, officiata dal decano Don Lello Ponticelli, sarà celebrata una Messa in ricordo dei trenta marittimi, tra questi i procidani Pietro Cibelli (1° Uff. Macchine) Giuseppe Visaggio (2° Uff. Macchine) Graziuccio Scotto di Marrazzo (Caporale), che persero la vita nel Golfo di Guascogna il 29 dicembre 1981, nell’adempimento del proprio lavoro, a seguito del naufragio della motonave Maria d’Equa. «Mantenere viva la memoria dei marittimi che, con la vita si sono sacrificati sul lavoro – dice l’assessore Carannate – è essenziale per la nostra comunità che dal mare ha ricevuto tanto ma sempre con grandi sacrifici».

Potrebbe interessarti

Forza Italia: Lunedì 19 settembre Tajani e Martusciello a Procida

PROCIDA – Lunedì 19 settembre alle ore 15 presso il “Leone di Mare” in via …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.