Home > Procida, sabato da sogno: Il Mondragone va a -5

Procida, sabato da sogno: Il Mondragone va a -5

La squadra di Citarelli stende un ottimo Forio con una rete nel primo tempo di Liccardi e sorride per lo scivolone dei rivali a Capua. Il vantaggio in classifica passa a 5 punti.

ISOLA DI PROCIDA-FORIO 1 – 0

ISOLA DI PROCIDA : Capece, Carabellese (33’ s.t. Costagliola), Autiero, Malgieri, Senese, Franco, Russo, Del Gaudio (21’ s.t. Pianese), Bottone, Intartaglia, Liccardi (21’ s.t. Di Dato). (In panchina Aiello M., Urzitelli, Pedalino, De Gaetano) All. Citarelli Domenico
FORIO : Trofa, Rainone, Restituto, Piccolo (19’ s.t. Castagliuolo), Impagliazzo, Mainolfi, Mattera, Di Spigna, Nasti, Chiaiese, Musella. (In panchina Officioso, Solmonese, Razzano, Volo, Liccardo, Ragosta) All. Iovine Giovanni
ARBITRO : Mansi Giuseppe di Nocera Inferiore (Baccaro Giuseppe di Nocera Inferiore e Gambardella Aniello di Nocera Inferiore)
RETI : 34’ p.t. Liccardi
NOTE : angoli 3-3. Ammoniti Senese (P), Trofa, Musella, Restituto (F). Espulsi al 1’ del s.t. Liccardo (F) dalla panchina per proteste e al 35’ del s.t. Chiaiese (F) per somma di ammonizioni. Durata p.t. 46’, durata s.t. 49’. Spettatori 600 circa di cui circa 30 arrivati da Forio.

Vola il Procida che vince anche il derby contro il Forio con una prova da grande squadra. La formazione allenata da Mister Citarelli non ha espresso il bel gioco mostrato nelle ultime gare ma ha saputo colpire gli avversari nel momento giusto sapendo anche soffrire e difendersi con ordine nel finale quando gli ospiti hanno cercato disperatamente di portare il risultato in parità. Una vittoria che potrà risultare fondamentale per il Procida vista la contemporanea sconfitta del Mondragone, battuta al 90’ dal Comprensorio Volturno, con questi ultimi che erano in otto contro dieci. Mister Citarelli deve rinunciare allo squalificato Massimo Malgieri e all’infortunato Sandro Righi.

In attacco c’è Liccardi al fianco di Bottone con Intartaglia e Russo sugli esterni. Mister Iovine schiera un Forio molto offensivo con Gianfranco Mattera e Francesco Chiaiese a supporto della punta Luciano Nasti. Si gioca in una cornice fantastica regalata ad inizio gara dai tifosi delle due squadre. Da una parte i cori dei supporters biancoverdi che sono andati avanti per tutta la partita e dall’altra il fantastico spettacolo pirotecnico dei tifosi del Procida. Purtroppo questo durerà per pochi minuti perché i primi scontri incominciano già al terzo minuto. In campo le due squadre si affrontano subito a viso aperto e la prima occasione è per il Procida. Al 6’ Bottone calcia su punizione, la palla è diretta sotto la traversa ma Trofa senza particolari problemi la devia in corner.

Dopo il calcio d’angolo successivo parte un contropiede del Forio concluso dal cross dalla sinistra dell’ex Gianfranco Mattera e dalla conclusione al volo di Francesco Chiaiese che si perde di poco a lato. Pochi istanti dopo un fumogeno partito dal settore occupato dai tifosi del Forio colpisce il Presidente del Procida Luigi Muro. Nulla di grave per il numero uno biancorosso con lo scambio di lanci di oggetti tra le due tifoserie che continua. L’ordine viene ripristinato comunque pochi istanti dopo grazie all’intervento delle forze dell’ordine. In campo prosegue una partita molto bella nei primi minuti. Al 9’ lancio per Liccardi, sponda del centravanti isolano per Intartaglia che calcia al volo di sinistro con la palla che termina di poco fuori. All’11’ cross di Intartaglia dalla destra, in area di rigore Bottone aggancia di petto e calcia di destro con la palla che sfiora il palo.

Al 16’ da un errore di Pasquale Autiero a centrocampo parte il contropiede del Forio: lancio di Chiaiese per Mattera che calcia al volo con il destro ma manda la palla alta. Al 20’ punizione di Bottone da sinistra, sul secondo palo arriva la deviazione vincente di Alessandro Malgieri con il direttore di gara che annulla il gol su segnalazione dell’assistente. Dubbia la decisione dell’arbitro con Malgieri che sembrava in posizione regolare. Al 21’ ci provano gli ospiti con una punizione di Chiaiese dai 25 metri che si perde alta. Al 24’ Intartaglia crossa su punizione dalla destra, in area di rigore svetta più in alto di tutti Giovanni Senese che manda di poco a lato. Al 29’ ci prova Chiaiese su punizione dal limite ma calcia ancora alto. Al 34’ punizione di Intartaglia dalla sinistra, sul secondo palo Alessandro Malgieri colpisce di testa indirizzando la palla dove c’è Vincenzo Liccardi che non deve fare altro che spingere la palla in rete di testa per il gol del vantaggio procidano. Si sblocca quindi il risultato dopo una bella prima mezz’ora grazie al settimo gol stagionale di Vincenzo Liccardi.

La reazione del Forio è timida. Al 39’ ci prova ancora il Procida con Marco Bottone che punta Musella e calcia a giro di destro con l’ex Trofa che blocca. Finisce con il Procida meritatamente in vantaggio la prima frazione di gioco. Nella ripresa si attende una pronta reazione dei biancoverdi ma è il Procida a sfiorare il gol dopo soli quattro minuti. Bottone lancia Russo che dal fondo crossa di sinistro per Liccardi che colpisce di testa con la palla che sbatte sulla traversa. Clamorosa occasione per i biancorossi. Al 9’ Bottone ruba palla alla difesa biancoverde e si invola verso la porta ma viene fermato con un fallo da dietro da Gaetano Musella. L’attaccante-difensore biancoverde, già ammonito, meriterebbe il secondo giallo ma l’arbitro lo grazia. Sulla punizione calciata da Intartaglia c’è la deviazione di Liccardi con il tacco con Bottone che non arriva alla deviazione vincente per un soffio con la palla che sfiora il palo.

Il Procida sembra un po’ in difficoltà nella parte centrale del primo tempo. Il Forio dimostra di essere squadra tosta ma i padroni di casa riescono a soffrire e a difendersi con grande ordine. Strepitosa la prova dei due centrali difensivi biancorossi Senese e Franco mentre tra le file biancoverdi si è distinto ancora una volta Gaetano Musella, sempre leader di questa squadra. Al 26’ lancio lungo di Capece, Bottone si infila nella difesa ospite e raggiunge il pallone, lo aggancia male e calcia in equilibrio precario appoggiando la palla tra le braccia di Trofa. Errore non da Bottone per il bomber isolano forse tradito dalla stanchezza. Al 31’ l’unica vera occasione clamorosa creata dal Forio : cross dalla sinistra di Castagliuolo, la palla attraversa tutta l’area procidana e sul secondo palo viene deviata da Gianfranco Mattera con Capece che compie l’ennesimo miracolo del suo campionato.

Al 35’ fallo di Chiaiese su Intartaglia a centrocampo. Il numero dieci del Forio, già ammonito, viene espulso dal direttore di gara con gli ospiti che chiudono la gara in dieci uomini. Al 48’ ci prova Gaetano Musella che dai 25 metri si gira e calcia di destro con Capece che blocca in tuffo. Termina con questa conclusione di Musella il derby. Se lo aggiudica con merito il Procida che dà una grande dimostrazione di forza ed un segnale forte al campionato. Nelle partite dove il Procida avrebbe dovuto rischiare di perdere punti preziosi, i biancorossi stanno dimostrando la loro superiorità. Adesso il vantaggio sul Mondragone è di cinque punti e di questo passo i biancorossi possono davvero togliersi tante soddisfazioni. Per il Forio una sconfitta che non ridimensiona la squadra ischitana che, nonostante sia già da tempo fuori dalla lotta per il primo posto, può ambire ad un importante posto per i play off. Adesso impegno casalingo per i biancoverdi contro il Kalatia Maddaloni mentre il Procida affronterà un’altra gara di fuoco in casa del Real Suessola.

Mario Lubrano Lavadera – Fonte: www.usprocida.it

fonte: http://sport.ilmediano.it/aspx/visArticolo.aspx?id=8238

Potrebbe interessarti

Pubblicato nella radio del Procidano il Consiglio Comunale del 30 aprile 2014

In questo Consiglio: Esame ed approvazione del rendiconto finanziario 2013; Modifiche ed integrazioni Regolamento Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *