Procida: Scuola, scioperi in vista.

Così come per altri settori economici e sociali, vedi sanità e trasporti per fare un esempio, anche la scuola procidana sta vivendo un momento piuttosto difficile. Tagli e ridimensionamenti ampi e generalizzati, che colpiscono dal personale docente a quello amministrativo e del comparto dei collaboratori (ex bidelli), stanno condizionando l’andamento, e forse in prospettiva saranno ancora più pregnanti, dell’anno scolastico oramai agli sgoccioli.
Da questo punto di vista, dopo lo sciopero degli addetti alla pulizia della scorsa settimana, il prossimo venerdì 13 maggio il personale, per manifestare il proprio stato di malessere, potrebbe di nuovo incrociare le braccia ed astenersi dal lavoro giacché, anche in quel comparto, sono previsti tagli e una nuova organizzazione del conferimento del servizio.
“Probabilmente – ci dice il presidente del Consiglio di Circolo, Dino Ambrosino – la competenza della gestione di questo servizio, con la relativa la gara d’appalto, passerà alle singole scuole, viceversa, sino ad ora, era ad appannaggio del Provveditorato, ed in questo passaggio è previsto un ridimensionamento del servizio e dei lavoratori.
Anche per evitare le problematiche emerse ultimamente – conclude Dino Ambrosino – Mercoledì 11 maggio alle 17.00, presso la scuola elementare centrale in Largo Caduti, si terrà una pubblica riunione cui tutti i genitori sono invitati a partecipare dove si discuterà anche di questo.”

Potrebbe interessarti

Regione Campania: Approvato il calendario scolastico 2022/2023

PROCIDA – A pochi giorni dalla chiusura dell’a.s. 2021/2022, la Regione Campania ha approvato il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.