Home > libri > “PROCIDA, segni, sogni e storia di un’isola marinara” di Elisabetta Montaldo

“PROCIDA, segni, sogni e storia di un’isola marinara” di Elisabetta Montaldo

montaldo e“PROCIDA, segni, sogni e storia di un’isola marinara”, questo il titolo dell’ultimo lavoro di Elisabetta Montaldo, che verrà presentato questo pomeriggio alle 19,00, con il patrocinio del Comune di Procida, presso Nutrimenti Bookshop, la libreria di recente apertura in via Roma, nel cuore della Marina Grande di Sent’Co. La Montaldo è costumista per il cinema, il teatro e l’opera lirica nota a livello internazionale, scrittrice e pittrice. Ha ricevuto molti riconoscimenti tra i quali il Premio Davide di Donatello, il Ciak d’Oro per i costumi del film “I cento passi” nel 2001, il Ciak d’Oro per i costumi del film “La meglio gioventù” nel 2004 e il Premio “Ana Silaos” Arte, Cultura, Economia e Scienze. Vive a Procida, di cui è innamorata, e da anni si batte per la sua valorizzazione.

Non si tratta di una guida turistica ma di un prezioso anche se economico volumetto che, in una ventina di brevi capitoli e con l’aiuto di circa 300 immagini, narra la storia di Procida a partire dai luoghi e dagli oggetti che la testimoniano seguendo un ordine cronologico che va dai primi abitatori definiti dagli archeologi “i popoli del mare” fino al moderno porto turistico.

I fatti, raccontati in breve, senza l’ambizione di un lavoro accademico ma dando spazio alla poesia del lavoro letterario, sono in parte interpretati in modo inedito rispetto alle pubblicazioni finora uscite sull’argomento Procida. L’autrice si è presa questa libertà avvalendosi della collaborazione di molti ricercatori, fotografi ed artisti che hanno generosamente messo a disposizione le loro competenze per il buon fine del progetto.

Oltre alla storia dell’isola in senso stretto vi sono parti dedicate alla vita sull’isola durante il periodo invernale e alle attitudini della società assai viva che la abita, così come vengono anche abbozzate analisi dei fatti e problemi più recenti che la riguardano.

“PROCIDA , segni, sogni e storia di un’isola marinara ” – ci dice Elisabetta Montaldo – è un lavoro dedicato ai procidani che vogliono saperne di più sulla loro isola e le loro radici economiche e culturali ma anche ai viaggiatori più attenti, a coloro che non si limitano ad apprezzarla con la riduttiva mentalità del turismo mordi e fuggi.”.

Per questo motivo i relatori invitati da Elisabetta Montaldo domenica sera sono due: un importante studioso procidano della storia dell’architettura, il prof. Salvatore Di Liello, docente di Storia e conservazione dei beni architettonici presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II, che si distingue sempre per il suo linguaggio semplice e diretto che molti già conoscono, e Fabio Rosciglione vicepresidente marketing della Moleskine srl, un vero viaggiatore che frequenta l’isola da decenni ed è armatore di una bellissima barca a vela, “Kleronia”, che fa base nel porto di Sent’Co estate e inverno.

Il libro è il primo di una collana che le edizioni Nutrimenti, fondatrici dell’omonima libreria, hanno  intenzione di dedicare a Procida, ripubblicando libri storici e promuovendone di nuovi.

Potrebbe interessarti

Giacomo Retaggio: “PROCIDANI SI NASCE (ed io lo nacqui)”

Di Elio Notarbartolo (da Il Confronto) PROCIDA – Scendere per strada ed incontrare l’infanzia.  Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *