Home > circomare procida > Procida: Trasporti marittimi tante domande senza risposte.

Procida: Trasporti marittimi tante domande senza risposte.

Nonostante ci troviamo nel pieno della stagione estiva che, dal punto di vista economico, dovrebbe essere il periodo maggiormente remunerativa per le compagnie di navigazione che operano anche per l’isola di Procida, molte questioni rimangono ancora aperte facendo rabbrividire, non solo per le condizioni meteo, a quello che sarà l’autunno e l’inverno prossimo.

Da questo punto di vista, dopo la recente nota di ASSOUTENTI Campania che chiede risposte alle tante segnalazioni effettuate, registriamo l’ennesima nota di sollecito, sottoscritta dal Sindaco Vincenzo Capezzuto e dal delegato ai trasporti Pasquale Sabia, inviata all’Assessore ai Trasporti della Regione Campania On. Sergio Vetrella, alla Regione Campania – AGL 14, Avv. Gaetano Botta e per conoscenza al Comandante Ufficio Circondariale Marittimo di Procida,  TV (CP) Giuseppe Panico .

“In riferimento alle Ns. n° 8155 del 22 Giugno e 8750 dell’ 11 Luglio 2012 Vogliamo, ancora una volta, Sollecitare il Vs intervento per il ripristino delle corse veloci Caremar mancanti ormai da lungo tempo, anche in relazione della mancanza di una  u.v. stazionante nottetempo nel porto di Procida per ragioni sanitarie d’emergenza.

Malgrado il Vs intervento pressola Caremarper il noleggio di una unità sostitutiva a tutt’oggi non ci è pervenuto nessuna segnalazione in merito.

Per quanto attiene le corse notturne – specificano gli amministratori dell’isola di Graziella – vogliamo segnalarvi che la situazione va degenerando visto i blocchi programmati da autotrasportatori, ortofrutticoli e quanti interessati all’approvvigionamento dell’Isola nonché dai lavoratori pendolari che usufruivano di tali collegamenti per recarsi o rientrare dal lavoro. Pertanto sollecitiamo un Vostro sollecito intervento per il ripristino delle corse suddette, che rivestono vitale importanza per l’economia dell’isola in particolar modo in alta stagione e che mettono a rischio l’ordine pubblico.”

Nell’attesa di una qualche risposta operativa ci sorge un atroce dubbio: prima di cestinarle, queste lettere vengono lette da qualcuno? Guglielmo Taliercio

Potrebbe interessarti

Procida, cartelli “vendesi” sui gozzi dei pescatori. La Regione assicura: “Non sparirete”

PROCIDA – Cartelli “vendesi” su gozzi e pescherecci. Perché i piccoli pescatori di Procida chiedono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *