Home > Vivara > Procida. Un bilancio delle attività LIPU a Vivara per l'anno 2011.

Procida. Un bilancio delle attività LIPU a Vivara per l'anno 2011.

Comunicato Stampa

Anche nel corso dell’anno 2011 non è mancata l’attenzione della LIPU per la Riserva Naturale Statale dell’isola di Vivara, in attesa di quella annunciata rinascita che appare ancora lontana.

L’attività di sorveglianza delle Guardie Volontarie dell’associazione, con puntuali resoconti inviati sia all’Ente Proprietario dell’isola sia al Comitato di Gestione della Riserva, ha confermato il vandalismo come male principale subito dall’isola. Le visite abusive da parte di teppisti, più rare rispetto al passato ma comunque impattanti, hanno lasciato segni soprattutto presso i ruderi degli antichi edifici della villa padronale: infissi scardinati e lanciati al suolo, muretti divelti, rifiuti sparsi nelle stanze, una vecchia bombola di gas finita in un pozzo, ragazzi minorenni trovati ad accendere fuochi all’aperto a fine dicembre, sono solo alcuni esempi degli “eventi” registrati sull’isola. Durante la stagione estiva è stato potenziato il servizio di sorveglianza antincendio, in aggiunta al prezioso presidio svolto ormai da anni dall’associazione “Procida Volontaria” e dal Corpo Forestale dello Stato.

Nel corso dei pattugliamenti è proseguita la raccolta dei rifiuti (decine di lattine, bottiglie di plastica e vetro) trovati ovunque nella macchia ai lati dei sentieri, residui di una precedente discutibile gestione dell’isola utilizzata più come area pic – nic che come oasi di protezione regionale; allo stesso modo nei mesi estivi si è dovuto più volte asportare i rifiuti che indesiderati bagnanti “mordi e fuggi” abbandonavano senza preoccupazione nei punti in cui è possibile raggiungere il mare alle estremità del ponte.

Spiace segnalare ancora una volta la totale – anomala assenza di cartellonistica indicante l’area naturale protetta e i regolamenti da rispettare.
Altra problematica evidenziata, stavolta di carattere ecologico, che attende soluzione, sono i danni alla biodiversità dell’isola causati da specie aliene introdotte, quali ratti e conigli, con questi ultimi reintrodotti abusivamente pochi anni fa da balordi.

Di positivo è da citare il prosieguo dell’attività di inanellamento degli uccelli a scopo scientifico, coordinata dall’ISPRA, i cui dati sono stati utili per la preparazione del Piano di Gestione della Riserva: la stazione ornitologica riattivata dalla LIPU nell’aprile 2010 dopo un fermo di circa 20 anni, ha permesso fino ad oggi l’inanellamento di 1040 uccelli appartenenti a 43 specie diverse. Riguardo l’attività di ricerca ornitologica a Vivara la prossima primavera sarà pubblicato un piccolo volume dedicato alle attività svolte sull’isola dal 1975 ad oggi.
Infine, in assenza di manutenzione ai sentieri stravolti da ogni tempesta, si è tentato di mantenere percorribile almeno il sentiero principale dell’isola e la scalinata che conduce fino al ponte.

In attesa di una gestione seria e attenta dell’isola “su cui ride perpetua primavera”…

LIPU – Delegazione di Procida

Potrebbe interessarti

Servizio estivo utenze non domestiche – Avviso

PROCIDA – (c.s.) Il Comune di Procida informa che calendario di conferimento rifiuti, per il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *