Home > Calcio > Procida-V.Ottaviano 2-1. Il Procida non molla mai! Quinta vittoria consecutiva!

Procida-V.Ottaviano 2-1. Il Procida non molla mai! Quinta vittoria consecutiva!

PROCIDA – Il Procida ribalta un match ostico e porta a casa 3 punti importantissimi per restare nelle zone alte della classifica. I ragazzi di Iovine e Lubrano, sotto per 0-1 dopo appena 5 minuti di gioco, riescono nel secondo tempo a ribaltare la partita prima col sigillo di Antonio Costagliola e poi con il “match point” di Lorenzo Costagliola, sempre più trascinatore con i suoi gol di questo Procida. Biancorossi che infilano la loro terza vittoria consecutiva di questo 2018 (5° vittoria consecutiva in generale) e regalano un’altra gioia ai loro tifosi che li ringraziano con l’ennesima pioggia di meritati applausi. Il Procida dunque continua a volare in zona play-off, sulle ali dei soliti fratelli Costagliola.
INIZIA IL MATCH: Al 5’ si mette subito in salita il match per i padroni di casa, che subiscono la rete dello 0-1 su una ribattuta di La Pietra che sfrutta un’ uscita non perfetta di Lamarra che non riesce a mantenere il pallone, il 7 della Virtus Ottaviano è abile a ribaltare in rete e sfruttare una delle rarissime incertezze del portiere del Procida. Al 9’ cerca di reagire il Procida con Lorenzo Costagliola che però non riesce ad impensierire Capaccio. Al 12’ è l’altro Costagliola, Antonio, a sfiorare la rete del pareggio, il 10 procidano stoppa e calcia al volo col destro in area di rigore facendo partire un ottimo diagonale che termina di pochissimo fuori. Al 22’ Varriale conquista la sfera a centrocampo ed avanza, facendo esplodere il mancino da distanza notevole, tiro che viene respinto da Lamarra. Al 30’ è La Pietra a rendersi pericoloso, il 7 della Virtus Ottaviano al di là del gol è tra i migliori dei suoi, questa volta supera con un sombrero il difensore procidano in area di rigore e calcia al volo col destro, ancora pronto e reattivo Lamarra. Al 33’ calcio di punizione da zona pericolosissima per il Procida, con Costagliola A. che fa passare il pallone sotto la barriera ma tiro che non impensierisce Capaccio. Al 35’ situazione fotocopia, questa volta dalla parte opposta, con un calcio di punizione dal limite dell’area battuto da D’Urso, para ancora Lamarra. Al 38’ Lorenzo Costagliola rischia di far crollare il “Mario Spinetti” con una sforbiciata al volo dal limite dell’area, il portiere Capaccio vola e gli nega la gioia di un gol che avrebbe avuto del clamoroso, resta il sublime gesto tecnico del 9 procidano. Al 39’ un impeccabile Fabrizio Muro regala l’ennesima volata sulla fascia e crossa per Lorenzo Costagliola anticipato dal difensore, ottima azione del centrocampista procidano, apparso in crescita di partita in partita ormai. Al 42’ bel dialogo sull’asse Varriale-Pagano-D’Urso con il numero 10 ospite che calcia però lontano dalla porta di Lamarra, bella azione della Virtus Ottaviano. Termina dunque 0-1 questa prima frazione di gioco, decide il gol di La Pietra, ma il Procida non ci sta e dà segnali di reazione.
INIZIA IL SECONDO TEMPO: Subito due cambi tra le fila casalinghe, entrano Mammalella e Cibelli al posto di D’Orio e Lubrano P., proprio Cibelli subentrato per dare una scossa e aggiungere fantasia al reparto offensivo non se lo fa ripetere due volte e dopo appena 20 secondi si libera da fuori area con una giocata delle sue e colpisce col destro, palla che sfiora l’incrocio dei pali e termina fuori. Al 5’ ancora il Procida che non ci sta, vuole riacciuffare il match, e questa volta è Costagliola A. che assapora la rete dell’1-1 ma non la trova. All’11’ ancora La Pietra ad infilarsi in area di rigore ed anticipare Lamarra con furbizia, palla di poco fuori lo specchio della porta. Al 15’ ancora la Virtus Ottaviano quest’oggi sempre ben posizionata ed ordinata, che cerca di farsi avanti soprattutto con l’appoggio ed il gioco di sponda del suo 9 Pagano. Al 13’ è ancora Cibelli, da subito nel vivo del match, a rendersi pericoloso, questa volta con una rovesciata che però non impensierisce Capaccio. Al 17’ Fabrizio Muro conquista palla avanti la difesa e con il “terzo occhio” vede Lorenzo Costagliola e lo lancia verso la porta avversaria, il 9 procidano però calcia debole e non impensierisce il portiere, ottima lettura comunque del centrocampista Fabrizio Muro ed ottima scelta di tempo di Lorenzo Costagliola. Al 26’ è il subentrato De Marco ad avvicinarsi al raddoppio, nulla da fare sul suo tiro si distende Lamarra e si resta ancora sullo 0-1. Al 33’ arriva l’episodio che cambia il match, un ottimo lancio del difensore Giorgio Russo che spesso e volentieri si traveste da regista e regala perle del genere come questo lancio perfetto per Costagliola A. che stoppa col petto ed entra in area di rigore e col suo mancino mortifero “fredda” Capaccio che questa volta non può farci nulla e vede il pallone infilarsi nell’angolino, è 1-1, la riacciuffano i padroni di casa. Al 38’ la Virtus Ottaviano tenta di reagire con l’altro subentrato Cozzolino che calcia ma non impensierisce Lamarra. Il gol dell’1-1 però ha cambiato il volto del match e soprattutto ha dato ancor più rabbia e convinzioni ad un Procida che oggi come da inizio campionato dimostra di non mollare mai e di sudare ed onorare la maglia fino all’ultimo minuto. E’ proprio all’ultimo respiro che il Procida infila il “match-point” e chi poteva metterlo a segno se non il bomber del Procida Lorenzo Costagliola, che insacca in rete il pallone del 2-1 e sale a quota 9 gol in campionato. Al 90’ infatti l’attaccante procidano è abile a farsi trovare al momento giusto nel posto giusto sulla respinta di Capaccio su tiro in precedenza di Cibelli, ribaltando definitivamente il match e sferrando il colpo del KO alla Virtus Ottaviano. L’arbitro concede un supplemento di recupero, ma poi decide che può finire così, vince il Procida un match delicatissimo, che solo una squadra con orgoglio e spirito di gruppo come i ragazzi di Iovine e Lubrano poteva ribaltare. Termina dunque 2-1 questo bel match, il Procida regala un’altra gioia ai suoi tifosi e sigla la quinta vittoria consecutiva restando prepotentemente nelle zone alte della classifica. Riecheggia a fine partita un coro allo “Spinetti” che dice “la gente come noi non molla mai” ed a questo Procida, direi che gli si addice senza alcun dubbio.
 
ISOLA DI PROCIDA CALCIO: Lamarra, Lubrano Lavadera V., Micallo, Russo, Boria, Saurino, Muro, D’Orio (46’ Mammalella), Lubrano P. (46’ Cibelli), Costagliola A., Costagliola L.
A disposizione: Telese, Esposito, Barone, Piro, Parascandolo.
Allenatore: Iovine Giovanni – Lubrano Biagio
VIRTUS OTTAVIANO: Capaccio, Ambrosio, Ianniello, Cocozza, Garofalo, Bellofiore, La Pietra (76’ Cozzolino), Borrelli, Pagano, D’Urso (62’ De Marco), Varriale.
A disposizione: Bifulco, Scudo, Cardenio, Accardo, Ascione.
Allenatore: Iervolino.
 
ARBITRO: Gianluca Andolfi – Ercolano.
ASSISTENTI: Davide De Marco , Giuseppe Fusco – Napoli.
AMMONITI: 30’ Garofalo (V.Ottaviano), 41’ (Procida Calcio).
RETI: 5’ La Pietra, 78’ Costagliola A., 90’ Costagliola L.
Spettatori: 150 circa.

Potrebbe interessarti

Manovra difficile per il Naide

PROCIDA – Attimi di paura nel porto di Marina Grande questo  pomeriggio con il traghetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *