Home > Vivara > Procida: Vivara presto riaprirà

Procida: Vivara presto riaprirà

 di Antonio Carannante*

Con grande soddisfazione possiamo finalmente confermare l’imminente apertura al pubblico dell’isolotto di Vivara. Ho appreso delle iniziative degli ultimi giorni di associazioni locali in favore del suo accesso, ma sono già superate in quanto, come più volte preannunciato nei giorni scorsi, è imminente l’apertura al pubblico. Vivara è concretamente parte integrante della nostra comunità e in fondo anche simili iniziative lo confermano. Stanno quindi per essere aggiudicati i lavori di messa in sicurezza del passaggio sul ponte, e a brevissimo aprirà anche il Centro Visite nella Stazione Marittima presso il quale si potranno prenotare le escursioni sull’isolotto.

Infatti quest’ultimo è una Riserva Naturale cd. “Orientata”, cioè una riserva che va gestita con visite controllate e in maniera tale che, oltre alla conservazione del territorio, vi sia lo sviluppo naturalistico di quest’ultimo. Sono inoltre in via di installazione i bagni ecologici e le telecamere per la sicurezza dell’accesso. La grande novità saranno le visite agli scavi archeologici micenei che saranno aperti al pubblico grazie alla precisa volontà dell’Amministrazione e alla grande sinergia col Prof. Marazzi dell’Università Suor Orsola Benincasa che sovrintende gli scavi, e relativamente ai quali concorderemo un evento ad hoc. Sono stati mesi di duro lavoro. Negli ultimi tempi il destino dell’isolotto non conosce pace e quando mi sono insediato il quadro non era dei più facili anche per la tanta burocrazia contro cui lottare. Infatti da subito ho seguito da vicino il procedimento penale a carico del Presidente Marinella, che si è formalmente estinto di recente col pagamento dell’oblazione.

Tale procedimento venne avviato per la messa in sicurezza degli immobili esistenti. Per cui, una volta che il Comitato di Gestione di Vivara ha poi adempiuto le prescrizioni tecniche  impartite dalla Guardia di Finanza per mettere in sicurezza gli immobili dell’isolotto, ho subito convocato un tavolo con tutte le Autorità competenti e il Comitato di gestione per concordare termini e modalità della riapertura. Successivamente il Comune di Procida ha ritenuto opportuno procedere anche alla messa in sicurezza del collegamento con l’isolotto, e quindi a redigere uno specifico progetto per il quale si è ottenuto il parere favorevole della Soprintendenza un paio di settimane fa. Adesso, come annunciato, si potrà riaprire al pubblico una volta messo in sicurezza il passaggio.

Continuerò inoltre a far dialogare il Comitato con le Associazioni ambientaliste presenti sul territorio. Su  risorse così strategiche per Procida, non solo sotto il punto di vista ambientale e turistico, ma anche storico-sociale, c’è bisogno dell’apporto di tutti e del massimo dialogo. E’ un preziosissimo patrimonio comune, e come Amministrazione  faremo tutto ciò che rientra nei nostri poteri per tutelarlo e valorizzarlo in maniera condivisa. Vivara è parte integrante della nostra comunità.

*Assessore con delega a Vivara

Potrebbe interessarti

Procida: Seduta di Consiglio Comunale il prossimo 30 maggio

PROCIDA – Il presidente Antonio Intartaglia ha convocato una seduta straordinaria del Consiglio Comunale per …

Un commento

  1. Senza nulla togliere

    all’avv.Carannante di cui apprezzo il lavoro,

    ma penso,poichè siamo abbastanza scottati ,non dalle dichiarazioni… di Carannante,che non è lui a decidere se vivara può riaprire o meno, ma

    dalle annuali dichiarazione sulla stampa del Presidente Marinella del Comitato di gestione,e poi puntualmente smentite dai fatti,

    che ,forse,un pò di cautela la si dovrebbe avere,capisco ” l’ansia da prestazione.. ” dell’avv. , ma non la condivido.

    Anche pwerchè ci si fà il conto senza l’oste,e l’oste è la proprietà dell’albano francescano che,detto papele papele,vuole essere pagata per farla fruire al pubblico,come pure vogliono essere pagati le guide addette

    senza contare poi che non c’è un ” piano di gestione approvato ” ,non c’è un servizio antincendio efficace,non c’è “sicurezza in niente,non c’è acqua potabile,non c’è servizio di pronto soccorso… etcetc

    Mah,speriamo bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *