Procida: Voto ai marittimi che non sono cittadini di serie B

Italia, patria di poeti, artisti e naviganti, fonte del Diritto, si mobilita per consentire ad una categoria di lavoratori, quali sono i marittimi, di esercitare il diritto fondamentale di ogni cittadino: poter esprimere il voto alle elezioni dei rappresentanti del popolo. A parlare dell’iniziativa, con l’isola di Procida in prima fila, è Domenico Ambrosino dalle pagine de “Il Mattino”, con un disegno di legge bipartisan – primo firmatario il parlamentare Di Giovan Paolo – recentemente approdato in Senato. Nasce così un comitato promosso dalla Pro Loco isolana, di cui fanno parte il Circolo Capitani e Macchinisti di Marina Grande, il Collegio Capitani, i sindacati marittimi, l’Apostolato del Mare, numerose associazioni culturali e sociali locali. Oltre ad alcune conferenze per illustrare la proposta , il comitato organizzatore ha lanciato una raccolta di firme. “La sottoscrizione – annuncia Peppe Giaquinto, presidente della Pro Loco – avverrà presso le scuole e le parrocchie ma anche in tutte le case. Il mare è una risorsa che accomuna tutte le famiglie e tutte le persone nell’isola, non solo gli uomini che navigano, ma anche gli studenti nautici, le mogli, i marittimi in pensione”. L’Amministrazione e il Consiglio Comunale saranno parte attiva di questa mobilitazione spiega il capitano Pasqualino Sabia, vice presidente del civico consesso isolano e membro del consiglio direttivo del Collegio Capitani di Napoli: “ I marittimi non sono cittadini di serie B. Dare loro il voto è una battaglia antica che riproponiamo con forza. Già nel 2006 interessammo l’apposita Commissione Riforme Costituzionale della Camera. Ora, una delibera Consiliare sosterrà a livello istituzionale l’iniziativa popolare. Il presidente del nostro Consiglio Luigi Muro sta già interessando Provincia e Regione per analoghe iniziative istituzionali che intendiamo proporre a tutti i comuni marittimi della Regione”.
La proposta di legge presentata in Senato prevede il voto per corrispondenza e anche la formazione di un seggio elettorale speciale a bordo di navi battenti bandiera italiana, con il comandante che funge da presidente.

Potrebbe interessarti

Libro Diritti Inquinati

Sabato 24 febbraio “Diritti Inquinati” alla Biblioteca Antoniana di Ischia

ISCHIA – Sabato 24 febbraio 2018 ore 16:30 Evento alla Biblioteca Antoniana di Ischia. Spunti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *