Pronto soccorso: grave atto contro Procida della Regione Campania e dell’Asl Napoli 2 Nord.

PROCIDA – (Comunicato stampa gruppo “Per Procida”) -La vicenda che interessa la sanità procidana, giorno dopo giorno, assume sempre di più di una tragica farsa che si alimenta sulla pelle di un’intera comunità. Infatti, poche ore dopo l’incontro tenuto presso gli uffici della Regione tra il Sindaco e i componenti della Commissione Speciale del Comune di Procida con il delegato del Presiedete De Luca, nella persona del Dott. Coscione, e il manager dell’ASL NA2 Nord, dott. D’Amore, per discutere della messa in attuazione del sistema di gestione del Pronto Soccorso dell’isola di Procida in virtù anche della sentenza del Tar Campania del dicembre scorso,  l’Azienda Sanitaria,  con delibera n. 35 del 19/01/2017,  ha reso operativo un nuovo atto aziendale, di intesa con la stessa Regione,  con il quale esclude ogni struttura ospedaliera per l’urgenza e l’emergenza dell’isola. Il grave atto, ed ancor più il comportamento di Regione Campania e Asl, al di là degli schieramenti o posizioni politiche, necessità, ora più di prima, di una forte azione sia in sede politica che giudiziaria- amministrativa.

Non di scherza sulla pelle di una popolazione, riconosciuta anche nella sentenza del TAR, come disagiata.  Rimarchiamo con forza il diritto alla salute.

Potrebbe interessarti

blank

Da questa notte attesi venti forti settentrionali e calo temperature

PROCIDA – Allerta Gialla della Protezione civile per temporali su tutta la Campania ad esclusione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *