Home > Ambiente > Rifiuti urbani: disagi per i procidani

Rifiuti urbani: disagi per i procidani

rifiuti ingombrantiNon è un’emergenza vera e propria ma, il mancato ritiro dei materiali ingombranti e delle apparecchiature elettriche ed elettroniche da parte della società Tekra che svolge il servizio per l’Ente Locale, a causa dei lavori preventivati presso l’area ubicata in via IV Novembre che impedisce la sosta degli appositi cassoni, comincia ad essere imbarazzante in quanto in vari punti del territorio cittadini, comunque “poco virtuosi”, stanno cominciando ad accumulare di tutto e di più.

Sulla questione che, in modo particolare con l’avvicinarsi delle festività pasquali, momento importante perché da avvio al movimento turistico sull’isola di Graziella, riveste un aspetto di primaria importanza, registriamo l’intervento dell’assessore Giuseppe Giaquinto che, come si ricorderà, è stato delegato dal Sindaco Vincenzo Capezzuto ad interessarsi della problematica all’indomani della revoca assessoriale, avvenuta lo scorso 9 gennaio, a Elio De Candia.

«In qualità di assessore delegato all’ecologia – dice Giaquinto – informo la cittadinanza che entro il prossimo fine settimana sarà risolto il problema del ritiro dei rifiuti ingombranti e delle apparecchiature elettrice ed  elettroniche (RAEE). Ciò consentirà di pulire l’isola e di assicurare ai cittadini dalla prossima settimana di un servizio capillare ed efficiente secondo le modalità che verranno comunicate con imminente avviso pubblico.

Voglio scusarmi con la cittadinanza per il disagio avvertito in questi giorni e per l’accumulo di rifiuti lungo le strade dovuti al mancato completamento dell’isola ecologica in via IV novembre, da anni ferma al palo, che non ci ha permesso in questi ultimi mesi di continuare il servizio di raccolta con regolarità. Grazie all’impegno mio e soprattutto del sindaco Vincenzo Capezzuto abbiamo sbloccato la situazione e riusciremo in pochi giorni a portare a soluzione la definitiva sistemazione dell’isola ecologica e garantire che il fenomeno non si ripeta nel futuro, sempre nell’impegno di assicurare un’isola pulita ed ordinata. Poi toccherà ai cittadini fare la propria parte non consentendo più scempi e gesti di assoluta  inciviltà che non possono e non debbono caratterizzare la nostra comunità. Inviterò – dice l’assessore all’ecologia – le forze dell’ordine a mettere in atto un’azione efficace di sorveglianza territoriale, collaborerò con le associazioni di tutela ambientale presenti sul territorio e con i cittadini volontari per garantire presidi di tutela, di informazione e di sensibilizzazione. Unitamente al sindaco Capezzuto vigileremo per garantire alla nostra isola rispetto e tutela e saremo pronti a raccogliere le segnalazioni di quanti come noi amano Procida e vogliono migliorarla proprio nel decoro e nella pulizia».

Potrebbe interessarti

Procida e quei servizi non sempre efficienti per i cittadini

PROCIDA – Si è tenuto sabato scorso sull’isola di Graziella il previsto incontro della Federconsumatori …

Un commento

  1. VIGILEREMO….NON CONSENTIREMO PIU SCEMPI….LE FORZE DELL’ORDINE ALLERTATE….. Questi politici tentano sempre e comunque di addossare le colpe ai cittadini per non ammettere la loro incapacita’! Riaprite la discarica piuttosto e come sempre hanno fatto i cittadini porteranno la i rifiuti ingombranti. Quattro mesi di chiusura per non fare nulla. Prima i lavori li doveva fare la SAP, ma visto l’incapacità il lavoro è stato sub appaltato ad altra ditta. In altri paesi i rifiuti sarebbero arrivati negli uffici del comune.
    Tutto cio premesso…qualcuno sa dire di che marca sono i scaldabagni? mi servirebbe l’orologio….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *