Home > procida > Scala (F.I.): Il Collegamento con Monte di Procida è divento un servizio navetta scolastica

Scala (F.I.): Il Collegamento con Monte di Procida è divento un servizio navetta scolastica

PROCIDA – Sulla sospensione dei collegamenti marittimi da e per il Monte di Procida effettuati dalla società di navigazione Laziomar interviene il commissario di Forza Italia per l’isola di Procida Menico Scala che, in una nota, scrive: “Si resta in questi giorni stupiti di fronte alla notizia che la linea della Laziomar da Monte di Procida e viceversa sia stata sospesa dal 29 marzo al 3 aprile. Ciò in coincidenza con le festività pasquali che avrebbe consentito a molti procidani residenti fuori di viaggiare via Monte di Procida con auto al seguito con costi più contenuti, a molti montesi di poter raggiungere l’isola per il Venerdì Santo e/o la pasquetta e, soprattutto, avrebbe rappresentato una importante valvola di sfogo per garantire collegamenti con la nostra isola.

Ricordiamo che meno di due mesi fa per la riattivazione del trasporto marittimo tra l’isola e Monte di Procida, la Regione ha stanziato un budget di 270.000 euro annuali. Il finanziamento regionale avrebbe permesso di continuare il servizio anche nei mesi invernali, quando il numero limitato di passeggeri rende il servizio antieconomico per la società privata. Nell’annuncio dato dagli organi regionali si precisava che, in attesa dell’esito della gara per l’assegnazione della tratta, il servizio veniva coperto provvisoriamente da un mezzo della Laziomar ed il contributo regionale serviva anche per garantire continuità del servizio.

Anche dal punto di vista strettamente commerciale non si riesce a capire la scelta della Laziomar che proprio nei giorni di maggior afflusso di vacanzieri ritiene non utili effettuale le corse assegnate e, nonostante il contributo regionale, ritiene rimanere fermo in banchina. Una decisione che, tra l’altro, si contraddice con la scelta della società Gestour di effettuare nella giornata del venerdì santo corse straordinarie tra Monte di Procida e Procida.

Tutto ciò lascia presagire che il collegamento con Monte di Procida non sarà più quello espletato in precedenza, ma si sia ridotto essenzialmente ad un servizio scolastico che, se pur pregevole, non può avere garanzia di continuità ed utilità rispetto a come era stato presentato alle comunità coinvolte.

Riteniamo invece ribadire in questa sede che il servizio di collegamento tra la nostra isola e Monte di Procida e viceversa rappresenta una valida alternativa in termini di frequenza dei collegamenti, di costi e di rapidità e, pertanto, invitiamo le amministrazioni interessante a sollecitare la Laziomar, pena il taglio del contributo erogato, al regolare ripristino degli orari stagionali programmati in precedenza e presenti nel quadro orario regionale come corse annuali autorizzate. Intanto la Medmar ha ripreso i collegamenti, guarda caso, con il sopraggiungere delle feste Pasquali. Qualcosa non torna”.

Potrebbe interessarti

Contributo agli studenti che utilizzano mezzi pubblici, aperto il bando

PROCIDA – Dando seguito a quanto annunciato nei giorni scorsi dal delegato ai trasporti Lucia …

Un commento

  1. Egregi tutti, ci sono delle inesattezze in questo articolo.
    La prima e’ che alla LAZIOMAR ,causa manutenzione della m/n Teseo a dicembre e gennaio, sono state revocate tutte le corse, quindi non puo’ effettuarle piu’.
    La seconda inesattezza e’ che i soldi stanziati sono 600 € al giorno, a partire dal 1 febbraio fino al 15 giugno e per le sole corse degli studenti. A fronte di questo contributo, la Laziomar e’ obbligata ad emettere gli abbonamenti ai soli 40 studenti giornalieri, per un costo pro capite di 20 € mensili, tirate voi le somme.
    Ci teniamo a precisare che alla Gestur le corse che non effettuava per manutenzione, non sono state revocate. COME MAI ?????
    Nonostante tutto cio’ la Laziomar per salvaguardare il diritto allo studio, ha scelto di portare a termine il suo impegno fino al 15 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *