Home > procida > economia > Scala (F.I.): L’Amministrazione sempre più a secco di finanziamenti

Scala (F.I.): L’Amministrazione sempre più a secco di finanziamenti

PROCIDA – Sull’attività dell’Amministrazione comunale nell’attingere a linee di finanziamento nazionali ed europee interviene il commissario di Forza Italia per l’isola di Procida, dott. Menico Scala, che in una nota, scrive: “Siamo seriamente preoccupati che il Comune di Procida continua a vedersi negare l’approvazione di finanziamenti di opere pubbliche. Di questi giorni la notizia, riportata da alcuni media, che l’Ente Locale, che ha partecipato con due progetti, uno da oltre 2 milioni 970mila euro e l’altro da 2milioni 250mila euro non rientra tra coloro che hanno avuto accesso ai “Contributi per interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio”.

In questo contesto, che palesa gravi carenze amministrative e politiche, che nel medio termine si ripercuoteranno negativamente sui cittadini, leggiamo che il gruppo di maggioranza vanta crediti quando scrive: “In particolare il Bilancio di Previsione contiene elementi di novità come: le risorse economiche per la mobilità, le assunzioni di 2 dipendenti comunali nel 2018 (nuovi comandante vigili e responsabile ufficio tecnico), il progetto SPRAR ed i progetti di investimento (esempio: campo sportivo)”.

Non si comprende quale siano le risorse per la mobilità (forse ci si riferisce a qualche centinaio di biglietti EAV, peraltro già acquistati qualche anno fa); per quanto riguarda l’assunzione il comandante della Polizia Municipale, posto oramai vacante da oltre due anni, siamo giunti alla terza versione del bando e speriamo che sia la vota buona; per quanto riguarda il progetto di accoglienza migranti, verso il quale la maggioranza dei cittadini, noi compreso, hanno sempre espresso seri dubbi, riteniamo che ci sia voluto poco o niente per “convincere” lo Stato a finanziarlo.

Per quanto riguarda il campo sportivo, poi, se si voleva che lo stesso continuasse ad ospitare gli oltre trecento giovani che quotidianamente si dedicano a questa attività sportiva, non c’era altro da fare, così come è stato fatto, di accedere ad un mutuo (quindi debito) per fare i lavori necessari”.

Se queste sono le mirabilie figuriamoci il resto!

Potrebbe interessarti

Non tutti i ladri vengono per nuocere

PROCIDA – Un riadattamento della commedia di Dario Fo “Non tutti i ladri vengono per …

Un commento

  1. Il dott. Scala non lesina alcuna critica per le disposizioni, dettate
    da chi doveva sovvenzionare cifre per la realizzazione di progetti,
    tra l’altro già approvati . Ma le precedenti delibere prevedevano un limite temporale,
    da applicare ad ogni singola previsione o, come accade in parlamento,
    ci si è riuniti soltanto per chiacchierare ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *