Si congeda dal lavoro la prof.ssa Maria Rosaria Di Stefano

Di Annarosaria Meglio

PROCIDA – Procida 19 luglio 2022 è un giorno di festa per il congedo dal lavoro scolastico della Professoressa Signora Maria Rosaria Di Stefano.  Muove i primi passi del suo cammino lavorativo nel mondo della scuola nel 1983-1984 a Napoli poi per le Isole del golfo. Dopo quasi dieci anni viene chiamata a Padova, in seguito a Procida all’Istituto Francesco Caracciolo – Giovanni Da Procida per insegnare Lettere Moderne. Sin da principio si è notato in lei la serietà e la preparazione con cui svolgeva il suo lavoro: Maria Rosaria è una Donna attenta, di sani principi, fatti di valori, rispetto per tutti e tutto. Ha portato avanti tanti studenti con la dolcezza di una mamma per i suoi ragazzi.  La scuola non è stato solo lavoro ma anche tante gite scolastiche nei luoghi in cui ci si divertiva e si imparava portando a scuola il profitto dello studio.  Lei rimarrà nel cuore di tanti ragazzi per la sua dolcezza e per la sua bontà. Se qualche sera si trova per strada andando a fare compere, si sente chiamare Prof . Prof si gira lo sguardo e vede una sua passata alunna che la saluta: Come va”? Tutto bene? Risponde contenta di quel spontaneo saluto, quasi si commuove. Oggi 19 luglio, a testa alta, saluta la Signora Preside, Prof.ssa Maria Salette Longobardo, le colleghe, i colleghi e tutto lo staff scolastico ringraziando tutti con affetto! Carissima Amica Prof Auguri! Tante felicitazioni per il congedo scolastico.  Avrà molto più tempo di godersi il suo bel nipotino Cesare con il gioco, le passeggiate che le faranno bene. Sono certa che la scuola non le mancherà: avrà questa dolce primavera azzurra da seguire congratulazioni Professoressa Di Stefano. Tante cose belle insieme alla sua calda famiglia. Auguri!!! tutti belli e felici…. Con affetto

(foto dal gruppo culturale Amato Libro)

Potrebbe interessarti

Scuola: Caos GPS. Non c’è limite ai limiti del Ministero dell’Istruzione

PROCIDA – Attraverso una nota della Segretaria Generale Roberta Vannini, unitamente a tutta la Segreteria …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.