Home > Trasporti > Trasporti: incontro tra Vetrella e Associazioni

Trasporti: incontro tra Vetrella e Associazioni

vetrellaLo scorso 7 giugno 2013 alla presenza dell’ Ass.re Sen. S. Vetrella, Dott. F. Padula Dr.ssa Uccello, in rappresentanza della Regione Campania e delle associazioni: UNMS; CARP Aversa-Roma; AFVS; Comitato Pendolari Stabiesi; Comitato Civico Trasporti Marittimi; Comitato TPL Fortore; Comitato Pendolari Vallo di Diano; ADOC; ASSOUTENTI, WWF Mobilità; Coordinamento regionale Pendolari della Campania, è stato indetto un appuntamento con le associazioni per aprire un dialogo “orientato all’Utenza” che negli incontri della Consulta regionale per la Mobilità è più complesso mantenere, vista la presenza di altre componenti della società.

Assoutenti ha chiesto di avere dettagli circa gli obblighi imposti alle ditte ammesse a formulare l’offerta economica per la gara di privatizzazione della CAREMAR e l’assegnazione dei servizi dalla stessa espletati. Vetrella si è riservato di verificare la possibilità di partecipare alle associazioni il capitolato degli oneri, finora riservato alle sole ditte partecipanti. Ha poi comunicato che le società partecipanti hanno avuto accesso alla data-room ed è stata fissata al 27 p.v. la data di apertura delle offerte che saranno presentate.

La Regione – continua Rosato – atteso che taluni utilizzi del TPL impattano pesantemente sul servizio stesso, d’intesa con la Direzione regionale scolastica, ha varato un progetto per la raccolta dei dati sugli spostamenti degli studenti campani onde approntare soluzioni operative efficaci alla miglior pianificazione del TPL. Il progetto prevede un questionario da compilare a cura di ogni studente campano, dati che saranno raccolti dalla rete scolastica ed inoltrati alla regione per essere successivamente elaborati. Il Comitato civico dei Trasporti Marittimi fa rilevare che in detti questionari manca l’opzione “navale” tra i mezzi di trasporto utilizzati e l’Ass.re assicura che provvederà a far segnalare la ulteriore modalità ai dirigenti scolastici delle scuole isolane onde ottenere dati coerenti.

Analoga rilevazione sarà fatta tra i pendolari e gli utenti che utilizzano il trasporto pubblico per spostamenti casa – lavoro/studio/svago, ecc. Dal momento che non è pensabile utilizzare come campione di rilevazione l’intera popolazione della Campania – conclude Assoutenti – l’ipotesi di lavoro emersa è quella di somministrare il questionario attraverso le associazioni di utenti, le quali possono essere considerate, in questa fase, un campione rappresentativo.

Guglielmo Taliercio

Potrebbe interessarti

Rosario Stornaiuolo: “Dissenzo nei confronti della Regione Campania che ci tiene fuori dai problemi dei trasporti marittimi”

PROCIDA – Dura presa di posizione di Federconsumatori Campania e Autmare rispetto alla decisione della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *