Un grande Procida sconfigge l’Internapoli

Russo e un eurogoal di Maddaluno mandano in estasi lo Spinetti.

E’ un Procida rimaneggiato quello sceso in campo oggi allo Spinetti; ad affollare le tribune dello Spinetti c’erano infatti, oltre che i circa 200 appassionati, anche: il capitano Intartaglia, Luigi Franco e Gianluigi Riccio. Ci voleva una prova maiuscola da parte di tutti per avere la meglio dell’Internapoli, e così è stato.

Partenza choc per gli uomini di Citarelli. Al primo Palumbo liscia clamorosamente la palla e Lepre si trova a tu per tu con Capece che miracolosamente salva di piede. Gli isolani sembrano stiano ancora fermi a centrocampo per osservare il minuto di raccoglimento, e gli ospiti hanno ancora un occasione con Fiorenzano, ed è ancora Capece a salvare in angolo. Al quarto minuto la palla goal arriva sulla testa del centravanti Liccardi, che lasciato solo a pochi passi dal portiere procidano manda incredibilmente a lato.

E’ un assedio quello napoletano, si conclude però con un nulla di fatto; e si sa che nel calcio vige la regola del “goal sbagliato, goal subito”. Al quinto minuto infatti, sono i padroni di casa a passare in vantaggio con Russo, che di testa deposita in rete un cross dalla destra di Micallo. Il Procida trova il vantaggio al primo colpo, e può addirittura raddoppiare all’ottavo con lo stesso Russo poco abile a ribadire in rete un cross dalla sinistra di Mazzeo.

Al 19’, è ancora Capece a salvare i suoi, deviando in corner un tiro di Liccardi. Il primo tempo può dirsi concluso qui, la partita  prosegue stancamente fino al 45’ con lanci lunghi, destinati ad infrangersi sui muri difensivi. Il Procida, che in avvio, aveva subito tre palle goal incredibili, si trova in  vantaggio con l’unico vero tiro in porta.

La ripresa comincia col meritato pareggio ospite. Volpe prende palla sulla trequarti, si avvicina all’area di rigore e lascia partire un bolide, con la palla che schizza sul terreno bagnato dello Spinetti e beffa Capece andandosi ad infilare all’angolino. Il Procida trova però subito la rete del nuovo vantaggio; al 55’ Maddaluno con un tiro di collo-esterno sinistro manda la palla a baciare il palo ed insaccarsi per il 2-1 procidano. Ritrovato il vantaggio, i biancorossi iniziano a macinare gioco ed azioni da rete, fallendo più volte il raddoppio prima con Del Gaudio, poi con Mazzeo e Costagliola Tony che per poco non riescono a spingere in rete due ottimi cross di Micallo.

Il Procida ferma così la corsa dell’Internapoli, scavalcato in classifica dal Volla, e raggiunge quota 30 punti, compiendo un passo importante per la lotta salvezza.

Pagelle

Capece 7,5 Nello sbandamento iniziale tiene a galla i suoi con due interventi provvidenziali.

Micallo 7 Delle sue doti difensive non se ne avevano dubbi, oggi eccelle anche come assist man, mandando in rete Russo e per poco non faceva lo stesso con Costagliola T e Mazzeo

Carabellese 6 L’internapoli individua nel terzino procidano l’anello debole della catena difensiva isolana e puntano spesso dalle sue parti. Lui se la cava egregiamente

Sabia 6.5 Prende coraggio nel secondo tempo. Da una sua furbata poteva nascere la rete del 3-1

Palumbo 6.5 Prende una ammonizione per salvare la porta da un pericoloso contropiede. Di testa è quasi insuperabile

Malgieri 6.5 La partita si gioca pressoché su palloni alti, e questo è il terreno ideale per far valere le sue doti

Maddaluno 6.5 Il peggiore in campo fino al minuto 55. Poi dopo il gol prende coraggio e la sua prestazione sale di livello

Del Gaudio 6 Divora il gol della sicurezza

Russo 7 (nella foto) Col passare delle giornate sta diventando sempre più importante nello scacchiere di Mr Citarelli. Il gol è da centravanti vero

Mazzeo 6 Lotta, si sacrifica, combatte, ma nel suo territorio, l’area di rigore non arriva un pallone per far vedere ciò che sa far meglio il gol.

Costagliola T 6 Parte impacciato, prende coraggio col passare dei minutil. Fosse alto qualche centimetro in più, magari avrebbe segnato la rete in spaccata sul cross di Micallo su cui non ci arriva per un millimetro

Costagliola L 6 Entra per dar fastidio su tutti i palloni. Obiettivo centrato

Falanga sv

Quaranta sv

Citarelli 7 La squadra era in formazione rimaneggiata, a parte la sofferenza iniziale, si è visto un Procida voglioso di portare a casa i tre punti. I tre punti sono arrivata con una prestazione maiuscola di ogni elemento della rosa, e questo è un merito da parte del tecnico.

PROCIDA-INTERNAPOLI   2-1

PROCIDA: Capece, Micallo, Carabellese, Sabia, Palumbo, Malgieri, Maddaluno (35’st Falanga), Del Gaudio, Russo, Mazzeo (25’st Costagliola L.), Costagliola A. (47’st Quaranta). A disp. Fiorillo, Esposito, Ambrosino V., Ambrosino D. All. Citarelli.

INTERNAPOLI: Ciccarelli, Crumetti, Dentice, Prisco (13’st Coppola), Imbriaco, Signore, Lepre, Volpe, Liccardi, Iuliano (36’st Brancaccio), Fiorenzano. A disp. Vaccaro, Gambardino, Murolo, Brancaccio, Cristilli, Cozzolino, Coppola. All. Sorrentino.

ARBITRO: Pietropaolo di Modena.

MARCATORI: 5’pt Russo, 1’st Volpe, 10’st Maddaluno.

NOTE: Spettatori 200 circa. Ammoniti Russo e Palumbo (P), Crumetti, Liccardi e Dentice (I).

Potrebbe interessarti

306211 procida calcio

Il Procida calcio non cede il titolo e punta al ripescaggio

(c.s.) In merito a quanto scritto su alcuni portali regionali, la società dell’Isola di Procida …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *