Home > Aperta la Borsa del Turismo a Milano

Aperta la Borsa del Turismo a Milano

Fino al 19 febbraio prossimo a Milano si terrà la tradizionale Borsa Italiana del Turismo (Bit). 2.287 gli espositori in rappresentanza di oltre 5.000 offerte turistiche provenienti da 130 Paesi, 6 padiglioni, 100.000 mq. di superficie espositiva, 100.000 presenze in manifestazioni provenienti da 130 Paesi, 60.000 operatori professionali di cui il 20% rappresentato da agenzie di viaggio. 4.000 i giornalisti accreditati provenienti da 18 Paesi. Questo, in cifre, quello che sarà la Bit del 2012, appuntamento che, crisi o non crisi, resta sempre la maggiore vetrina italiana del settore turistico su cui molti discutono dell’utilità (almeno a livello locale) ma, in ugual misura, se non ci sei non è proprio un bel segnale.
La Regione Campania sarà presente all’appello, senza contare quelle di Unioncamere, con circa 110 imprese e 15 istituzioni, riunite nel «Padiglione 1» della fiera in un’area di 500 metri quadrati. A guidare la delegazione il vicepresidente della giunta regionale e assessore al Turismo, Giuseppe De Mita: «Abbiamo deciso di siglare il protocollo d’intesa con Unioncamere Campania visto il rilievo nazionale ed internazionale che da sempre la Bit di Milano riveste. Da quest’anno – sottolinea – l’assessorato al Turismo organizza direttamente la partecipazione agli eventi fieristici con l’unico obiettivo di sostenere il tessuto imprenditoriale della Campania. La collaborazione con Unioncamere va proprio in questa direzione, quella di rendere protagoniste le aziende impegnate nel turismo, dando loro un ruolo centrale nell’ azione di promozione che si svolge nell’ ambito degli appuntamenti fieristici».
Punto di arrivo è quello di dare vita ad un’azione di promozione unitaria ed organica, evitando duplicazioni e sovrapposizioni e mettendo insieme il profilo istituzionale e quello economico-produttivo del turismo in Campania. «Con questa azione comune – conclude De Mita – intendiamo evitare di introdurre all’interno della fiera elementi di confusione per comunicare, invece, un’immagine complessiva del territorio, pur lasciando invariate e sempre valorizzate le specificità territoriali che fanno dell’offerta turistica campana una delle più competitive a livello nazionale, ed allo stesso tempo continuare lungo la strada dell’ abbattimento dei costi e della razionalizzazione della spesa».
L’isola di Graziella, vuoi per i previsti tagli al bilancio comunale già annunciati dal Sindaco, vuoi, altresì, per problematiche personali dell’assessore Fabrizio Borgogna, che cogliamo l’occasione per salutare con l’augurio di rimettersi al più presto, ha probabilmente deciso che l’appuntamento milanese non è strategico per il lancio (o il rilancio) dell’immagine turistica del territorio per cui, al di là di qualche operatore del settore che si recherà a Milano a titolo personale, non si ha visibilità di un’ attività Istituzionale. Considerato, però, che non si sono udite lamentele (a differenza di altri anni), la scelta sembra essere stata azzeccata

Potrebbe interessarti

Comune di Procida: Promozione eventi

In una nota rivolta alle Associazioni culturali e alle strutture turistiche, il consigliere delegato al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *