Home > Trasporti > Assoutenti: La buona educazione non può essere scambiata per “fessaggine”

Assoutenti: La buona educazione non può essere scambiata per “fessaggine”

fauno caremarSulla vicenda relativa alla modifica del “Piano Emergenziale”, in vigore dal 1° marzo scorso a seguito del fermo di una unità traghetto della Caremar, dopo che dalle pagine di questo blog avevamo sollevato alcuni risvolti piuttosto anomali e grotteschi (prima l’annuncio dell’entrata in vigore e, in meno di quattro ore, la sopraggiunta smentita) registriamo la dura presa di posizione dell’ing. Giuseppe Rosato, responsabile Assoutenti sezione mare.

«Detta modifica – sottolinea Rosato – è stata richiesta dalle Autorità Locali delle isole di Ischia e Procida per dare risposte alle necessità dei cittadini, formalizzandola in sede di audizione della Commissione Regionale Trasporti appositamente convocata il 19 marzo scorso.

Non è possibile che le inefficienze della Caremar e gli interessi degli armatori privati del golfo, che continuano a farla da padroni nonostante la condanna dell’Autority alla concorrenza di cui alla delibera del 28/01/2015 , condizionano la vita dei cittadini delle isole.

Ad oltre un mese dalla riunione della Commissione Regionale ai Trasporti, nel corso della quale venne delineata la modifica dell’orario di due corse della Caremar, si è tuttora (sic!) in attesa del competente parere dell’Autorità Marittima del golfo di Napoli.

La vicenda – conclude il responsabile Assoutenti – potrebbe sfociare nel ridicolo se non fosse per i disagi che gli Utenti continuano a patire: le popolazioni isolane continuano ad aspettare e cominciano a temere che la buona educazione venga scambiata per “fessaggine”.

Si comunica, pertanto, che attenderemo gli esiti della riunione indetta per il 22 aprile e, qualora non saranno attivate risposte concrete provvederemo a reclamare in piazza e nei porti i diritti degli Utenti».

Potrebbe interessarti

“Procidani si nasce ed io lo nacqui” di Giacomo Retaggio. Questa sera al Marina di Procida

PROCIDA – “Procidani si nasce ed io lo nacqui” così, in questa calda estate del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *