Home > Trasporti > Aumento Unico Napoli: ASSOUTENTI chiede l’intervento di Vetrella

Aumento Unico Napoli: ASSOUTENTI chiede l’intervento di Vetrella

unico napoli aumentaComunicato

Il Consorzio Unico Campania ha annunziato l’adeguamento delle tariffe a partire dal 1º arile p.v. secondo l’art.39 della Legge Regionale n.1/2008. Ciò comporterà l’aumento da 1,20 a 1,30 € del biglietto Unico Napoli, con un aggravio effettivo per l’Utenza dell’8,34% a fronte di un tasso d’inflazione programmato dell’1,5%.
ASSOUTENTI ha chiesto all’Ass.re regionale, sen. S. Vetrella, di confermare quanto riferito nel corso della riunione della Consulta regionale della Mobilità del 12 marzo scorso, intervenendo presso le Aziende concessionarie per bloccare tale aumento che non esitiamo a dichiarare improponibile.
Infatti, considerato che la citata Legge regionale richiama in primis il criterio del “price cap” per la determinazione degli aumenti annuali e che tale criterio non può prescindere dalla qualità del servizio reso, la richiesta di aumento proposto dal Consorzio Unico Campania è del tutto incongrua, stante la oggettiva regressione fatta registrare dal TPL campano nel corso del 2012 e di questo scorcio di 2013.
L’Ass.re ha assicurato il suo interessamento, così come anche il Presidente della IV Commissione regionale – Trasporti, Sen. De Siano, sensibilizzato stamane sempre da ASSOUTENTI.
Si confida nell’intervento immediato delle Autorità ed in una pronta retromarcia da parte del Consorzio Unico Campania.

Potrebbe interessarti

La Lingua di bue di Procida all’Energy Med

PROCIDA – Quale modo migliore per ricarcarsi con una “lingua di bue” di Procida allo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *