Caremar a Procida: Alzaaa!

Dal 13 gennaio 2020 è entrato in vigore il nuovo orario della nave Caremar che da Procida a Ischia delle ore 7.15 porta decine di lavoratori e lavoratrici, soprattutto insegnanti. La nave infatti ha cambiato l’orario di partenza da Napoli partendo da terraferma alle 6.00 anziché alle 6.15. ripartendo  da Procida appunto alle 7.15 invece che alle 7.25. 

C’è da premettere che il cambiamento l’hanno chiesto, attraverso una raccolta firme, proprio le insegnanti che devono raggiungere comuni come Forio, più distanti dal porto, per arrivare in orario sul posto di lavoro.

Ebbene il fatto, per adesso solo “curioso”, è che qualche minuto prima della partenza, il comandante di turno, attraverso il megafono sul ponte, inizia a dire ALZAAA! che significa per i non addetti ai lavori, alza il portellone per salpare. Direte che c’è di curioso in questo? Il fatto che il comandante, già diversi minuti prima delle 7.15 ordini l’ALZA appunto, crei il panico tra i viaggiatori con scene che sono magari divertenti da vedere possano essere invece pericolose per il personale addetto e per i passeggeri.

Mi è capitato infatti di osservare il povero ormeggiatore che mentre toglieva le cime del traghetto si è visto circondato di biciclette dei ritardatari senza riuscire più a muoversi per svolgere il proprio lavoro. Oppure il solito gruppo di amici che fanno il braccio di ferro sul portellone per non farlo alzare e permettere a chi arriva alle 7.10 di poter imbarcare. Quindi urla da una parte e dall’altra per consentire a qualcuno di andare a lavorare anche oggi ovvero lasciarlo a terra a pensare alla sua sveglia mattutina. 

L’augurio è che, a questo punto, nessuno si faccia male in questo stupido teatrino e che personale e passeggeri si attengano agli orari stabiliti dalla compagnia. 

Potrebbe interessarti

Procida: Avviso lavori rete idrica via Marcello Scotti giorno 7 aprile

PROCIDA – Causa lavori sulla rete idrica in via Marcello Scotti la SAP comunica che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *