Procida. Multato sub con bombole e senza autorizzazione

COMUNICATO STAMPA

V.I., 33 anni, nato e residente a Pozzuoli, era intento, senza la prevista autorizzazione, in attività illegale di pesca subacquea con l’ausilio di apparecchi di respirazione in località Acquamorta del canale di Procida quando, intorno alle ore 15.00 di venerdì 8 aprile, nel corso di un programmato pattugliamento di polizia marittima, la dipendente M/V CP 575 ha intercettato in mare il suo mezzo di appoggio, un natante in vetroresina, di circa 5 metri, dotato di motore fuoribordo.

Nella fattispecie, l’accertamento tecnico si è perfezionato all’atto della riemersione del pescatore sportivo, colto nella flagranza di una dotazione non autorizzata di una coppia di bombole di ossigeno ed erogatore di tipo MARES, machera e boccaglio della stessa marca, nonchè rastrello idoneo alla raccolta di molluschi, di cui la fasolara è una specie gasteropode bivalva.

V.I. è stato, pertanto, generalizzato e contravvenzionato, ai sensi dell’art. 26 comma 3 della legge 963/65, quale successivamente emendato dal D.L. 08.04.2008 n.59, per un importo superiore alle 1.000 euro.

Il personale militare della Guardia Costiera di Procida ha potuto constatare, a bordo della piccola unità, la presenza di circa 12 chilogrammi di fasolare.

Detto quantitativo di frutti di mare è stato, per conseguenza, dapprima sottoposto a pertinente verbale di sequestro amministrativo ed, in ultimo, affondato in mare in località Punta della Lingua del Comune di Procida.

UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO

Guardia Costiera Procida

Potrebbe interessarti

Procida: Problematiche ed opportunità delle imprese di pesca. Se ne discute il prossimo 31 agosto

PROCIDA – Federpesca (Federazione Nazionale delle Imprese di Pesca) ha organizzato sull’isola di Procida per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *