Home > procida > politica > Comitato Referendum: Si proceda senza indugi alla nomina dei Garanti previsti dalla Legge

Comitato Referendum: Si proceda senza indugi alla nomina dei Garanti previsti dalla Legge

PROCIDA – Il comitato di cittadini nato per chiedere il referendum circa il progetto SPRAR avviato dall’Amministrazione Comunale per l’accoglienza di trentaquattro migranti sull’isola di Procida, in una nota inviata Presidente del Consiglio Comunale Antonio Intartaglia, al Sindaco, al Segretario Generale e a tutti i Consiglieri Comunali chiedono che, così come previsto, vengano avviate tutte le procedure previste dalla Legge.

“I sottoscritti Antonietta Battinelli, Giuseppe Giaquinto in qualità di promotori del Referendum presentato con nota protocollo n 16343 del 21/09/2017 hanno appreso da notizie di stampa del rinvio del Consiglio Comunale nella parte in cui si doveva deliberare l’elezione del Comitato dei Garanti e del suo Presidente.

Nel ricordare che la costituzione di tale organo non è un atto discrezionale ma è dovuto perché previsto espressamente dallo Statuto e dai Regolamenti Comunali, e quindi la mancata elezione rappresenta una omissione sanzionabile nelle sedi opportune.

Al di là dell’aspetto legale, la mortificazione della partecipazione popolare operata da tale atteggiamento dilatorio supera ogni più ragionevole motivazione politica, perché prescinde dal merito della questione ma colpisce direttamente non solo l’istituto del Referendum ma anche la corretta composizione degli organi comunali che devono essere costituiti per legge.

D’altro canto, il Sindaco pubblicamente continua a affermare che gli atti ad oggi prodotti non consentono la tenuta del Referendum. Tale posizione è in aperto conflitto di interesse e costringe il Consiglio Comunale a rinunciare alle proprie prerogative e ai cittadini di essere esclusi dalla partecipazione democratica. E’ evidente che nessun atto definitivo è stato ancora adottato e in ogni caso nulla ha a che vedere con la elezione del Comitato che deve essere eletto indipendentemente dalla presentazione della proposta referendaria sottoscritta.

Legare le due cose è la palese dimostrazione della volontà dilatoria del Sindaco, dell’Amministrazione e (forse) anche del Consiglio Comunale.

La presente istanza è comunicata anche ai sensi e per gli effetti della legge n. 241/90 e successive modifiche e integrazioni”.

Potrebbe interessarti

Procida: Nasce il nuovo progetto sociale residenziale

PROCIDA –  «A seguito di un gran lavoro in sinergia tra i Comuni dell’ Ambito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *