Home > Trasporti > Ischia “bloccata” dalla carica dei mille: protesta contro la privatizzazione della Caremar

Ischia “bloccata” dalla carica dei mille: protesta contro la privatizzazione della Caremar

autmaredi Claudio Buttinelli

E’ riuscito sull’isola Verde il corteo di protesta contro la privatizzazione della flotta pubblica Caremar. Oltre mille persone hanno sfilato in corteo per chilometri paralizzando il traffico per ore. Migliaia le macchine, i pullman e i camion rimasti imbottigliati nel traffico lungo l’ex strada statale che dal Comune di Casamicciola porta a Ischia. Oltre a centinaia di studenti, erano ante le organizzazioni politiche, sindacali e sociali presenti assieme alle associazioni di categoria e ai rappresentanti degli autotrasportatori come l’Atec di Lombardi che assieme all’Autmare sono stati tra i promotori dell’importante iniziativa. Prima dell’inizio del corteo, gli studenti si sono portati sul porto di Casamicciola dove hanno indossato simbolicamente dei salvagenti quasi a dire che prima o poi rappresenteranno l’unico mezzo di trasporto sicuro per la Terraferma. Durante la manifestazione in tanti hanno denunciato le responsabilità politiche che ci sono dietro il processo di privatizzazione della Cremar come ha fatto Gennaro Savio in rappresentanza del PCIML. Al termine del riuscitissimo corteo Nicola Lamonica, rappresentante dell’Autmare, si è detto soddisfatto per la riuscita della manifestazione.

 

Potrebbe interessarti

Lucia Mameli: La Caremar destina a Procida e Ischia una unità navale munita di ascensore per le PMR

PROCIDA – Fare in modo che tutti i cittadini possano aver garantito il diritto ad …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *