Home > Trasporti > La SNAV aumenta la tariffa residente su alcune corse, monta la polemica sui social

La SNAV aumenta la tariffa residente su alcune corse, monta la polemica sui social

PROCIDA – Questa mattina ad animare le già accese discussioni sui social è stata la decisione della società di navigazione SNAV di aumentare, per i residenti, il costo del biglietto su alcune corse da e per l’isola di Graziella. Sulla questione è intervenuto Peppe Giaquinto che dice: «E’ una vergogna. Sull’aumento ingiustificato dei biglietti su alcune corse aliscafi SNAV che vengono considerate turistiche per i residenti (corse 10,10 e 18,05 da Procida e corse 12,30 e 16,20 da Napoli per Procida) e che passano da 4,80 a 7,00 euro dobbiamo fare una seria riflessione nei prossimi giorni. Il libero mercato del trasporto marittimo in Campania voluto dalla Regione ci impone assoluta incertezza nei collegamenti e costi insostenibili pure per i residenti dalle proporzioni che possono diventare preoccupanti. Altro che continuità territoriale. Siamo prigionieri delle compagnie di navigazione!!!».

Potrebbe interessarti

Questione migranti: la problematica ci mette davanti al valore e alla qualità della nostra “ostentata” cristianità

Di Michele Romano PROCIDA – E’ deprimente ciò che sta per accadere nella nostra cara …

Un commento

  1. Ormai il profitto d’Azienda e la burocrazia regionale dominano il settore trasporti e negano, nell’assenza della politica e delle istituzioni, il diritto fondamentale alla continuità territoriale, di cui le politiche tariffarie sono parte essenziali. La decisione della Snav di queste ore di penalizzare economicamente i residenti ed i lavoratori pendolari dell’isola di Procida negando loro quanto nello specifico si sono conquistato nel tempo sulle corse obbligatorie, è un insulto al buon senso ed uno schiaffo all’istituzione comunale procidana e quella regionale, se non coinvolte.
    Nelle prossime ore sapremo la verità! Una cosa è certa che decisioni del genere non possono passare sottosilenzio, né in dispregio a quanto fissato in termini partecipativi con la legge regionale 3/ 2002: mi riferisco alla Consulta regionale per la mobilità, di cui all’art. 29, artatamente messa fuori gioco da tempo, indipendentemente dai colore della maggioranza.
    Sabato 3 giugno, nelle prime ore della mattinata, l’Autmare sarà sul porto di Procida per raccogliere voci, sentimenti e proposte sul come portare avanti questa battaglia di civiltà inquadrando l’evento Snav nel più ampio contesto della illecita monopolizzazione del settore veloce e della lottizzazione commerciale dell’area portale che è un pezzo di una realtà interisolana da superare con estrema urgenza.
    Chiunque, singolarmente o forza sociale o politica, che abbia a cuore la questione tariffaria e le tematiche di cui sopra, è invitato a detto appuntamento nella consapevolezza che nulla si cambia se non c’è l’unità e la lotta.
    Nicola Lamonica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *